Home Consumatori Consumatori Genova

EVASIONE FISCALE E 98 MILIARDI DOVUTI ALL’ERARIO DALLE SOCIETA’ SLOT-MACHINES: LETTERA APERTA AL PRESIDENTE MONTI DAL MIL

2
CONDIVIDI

GENOVA 20 AGO. Riceviamo e volentieri pubblichiamo lettera aperta al Presidente del Consiglio dei Ministri Sen. Mario Monti e per conoscenza al Presidente dell’Ordine dei Medici di Genova Enrico Bartolini, al Presidente di Ascom-Confcommercio di Genova Paolo Odone e al Presidente Confesercenti di Genova Patrizia De Luise da parte del Mil, il Movimento Indipendentista Ligure, a proposito di lotta all’evasione fiscale e della “antica”, controversa e mai risolta “vessata qaestio” dei 98 miliardi di Euro dovuti all’Erario dalle società che gestiscono il megabusiness delle slot-machines e mai versati. (m.d.m.).

“Lettera aperta al Presidente Monti e p.c. al Presidente Ordine dei Medici di Genova Enrico Bartolini, al Presidente Ascom-Confcommercio di Genova Paolo Odone e al Presidente Confesercenti di Genova Patrizia De Luise.

Le cronache di Genova si sono interessate ripetutamente dei giustissimi “accertamenti fiscali” che sono stati fatti ad esponenti delle categorie da voi rappresentati.


La evasione fiscale deve essere combattuta perché rappresenta una delle più grandi ingiustizie nei confronti dei Cittadini onest che sono nella impossibilità di poter “evadere”.

E proprio per questo ci siamo ripetutamente “occupati-interessati” del “caso 98 miliardi di euro delle slot-machines” .

Se avrete la compiacenza di andare a leggere anche solamente una parte della documentazione che vi abbiamo raccolto, vi renderete conto che non è assolutamente più tollerabile che dopo l’accetamento fatto “encomiabilmente” dalla Guardia di Finanza nel 2004, che ha riscontrato che dieci società delle slot-machines devono allo Stato 98 miliardi di Euro, non si sia proceduto “almeno” ad un pignoramento di tutte le “macchinette”!!

Teniamo presente che quest’anno, nei primi sei mesi i “giochi” hanno “mosso” circa 44 miliardi di Euro!!!

Il 31 luglio di quest’anno abbiamo già rivolto un “appello” al presidente Odone e alla presidente De Luise.
Finora, inspiegabilmente, non c’è stato alcun riscontro.

Invece riteniamo che le categorie che rappresentate dovrebbero essere in prima fila in questa sacrosanta “battaglia” dei 98 miliardi di Euro delle slot-machines, perché

con 98 miliardi di Euro si può dare a 2.500.000 disoccupati, un assegno mensile di 700 Euro per oltre quattro anni. Tale “iniezione di denaro” farebbe ripartire l’economia”.

“Contemporaneamente chiediamo a tutti i mezzi di informazione di continuare anche loro questa “battaglia dei 98 miliardi di Euro”, affinché il presidente Monti decida di intervenire. In caso contrario chiediamo almeno di conoscere le “motivazioni” di questa specie di “protezione” nei confronti delle dieci società delle slot-machines”.

MIL

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here