Europa sotto attacco, centro islamico di Albenga videosorvegliato

1
CONDIVIDI
Accese le telecamere di videosroveglianza nel centro islamico di Albenga, il più grande alla Liguria
Accese le telecamere di videosorveglianza nel centro islamico di Albenga, il più grande alla Liguria

SAVONA. 2 APR. Europa sotto attacco. Nel centro islamico di Albenga, il più grande della Liguria, saranno accese le telecamere di videosorveglianza interna. Lo hanno annunciato ieri il nuovo imam, Alaa Ramzi, e il sindaco Giorgio Cangiano, dopo un vertice sulla sicurezza e l’incontro con alcuni responsabili della Digos. I musulmani hanno spiegato che non hanno nulla da nascondere e che, se gli investigatori avranno bisogno delle immagini registrate, saranno fornite in qualunque momento senza problemi e senza tagli.

Il prossimo passo è quindi quello di collegare la centrale video con l’apparato in uso a Digos, carabinieri e polizia municipale.

La comunità, dopo il clamoroso j’accuse del precedente imam, che aveva lanciato l’allarme per un presunto gruppo di ultra-tradizionalisti islamici ad Albenga, ha inoltre spiegato non c’è bisogno di teste calde, né di estremisti.

 

L’esempio di Albenga potrebbe ora aprire la strada anche per gli altri più piccoli luoghi di culto in Liguria, dove sarebbe anche utile che tutti i sermoni venissero recitati in lingua italiana. Per il futuro, c’è l’intenzione di estendere la videosorveglianza anche all’esterno del luogo di culto islamico.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO