Esplodono tubi: Staglieno e Centro nel caos, gente senz’acqua

2
CONDIVIDI
Si rompe un tubo dell'acqua a Principe, piazza Acquaverde diventa una piscina

GENOVA. 29 OTT. Acquedotto genovese colabrodo, tubi che scoppiano e gente senz’acqua. L’ultimo episodio di una lunga serie da Principe a Dinegro, fino a un mese fa tra Sestri Ponente e Borzoli. Ora ci risiamo perchè nel pomeriggio ci sono state nuove esplosioni della condotta della rete idrica genovese.

La prima rottura è avvenuta in Lungobisagno Istria, tra Marassi e Staglieno. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i vigili urbani e i tecnici di Iren e Mediterranea delle Acque. Il sottopasso davanti al cimitero Staglieno si è completamente allagato e il traffico è stato bloccato anche all’incrocio tra via Montaldo e via Bobbio, con gravi ripercussioni sulla viabilità. Centinaia le abitazioni rimaste a secco in attesa che i tecnici riparino la perdita.

La seconda esplosione è avvenuta in pieno centro in piazza Dante. L’esplosione è stata imponente e l’acqua è entrata anche dentro la banca che si affaccia su via Fieschi, che è stata chiusa al traffico come la galleria che porta verso piazza della Vittoria. Sul posto i pompieri, i vigili urbani e i tecnici di Iren.

 

 

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO