Erzelli, fiasco colossale: per uscire dal pantano serve commissario

2
CONDIVIDI
Siemens, in 280 passano a nuova società sempre agli Erzelli
Il capogruppo regionale di Rete a Sinistra Gianni Pastorino: Erzelli fiasco colossale, per uscire dal pantano serve commissario
Il capogruppo regionale di Rete a Sinistra Gianni Pastorino: Erzelli fiasco colossale, per uscire dal pantano serve commissario

GENOVA. 6 APR. Erzelli : situazione annosa, per la quale le istituzioni non hanno ancora soluzioni. Il tema è stato affrontato ieri in consiglio regionale dal gruppo Rete a Sinistra.

«Abbiamo interrogato l’assessore Rixi – ha spiegato il capogruppo RaS Gianni Pastorino – per fare il punto della situazione. Siamo d’accordo che Erzelli non possa ridursi a una mera speculazione immobiliare, ma lo scenario resta sconfortante: un fiasco colossale. Impossibile aspettare ancora, serve un colpo di reni per far ripartire il progetto. Sia mantenuta la regia pubblica, ma a questo punto ben venga la nomina di un commissario.

L’intervento agli Erzelli è stato lautamente finanziato con denari pubblici, ma non ha sviluppato alcun interesse per la collettività, né creato i presupposti per la nascita di nuove imprese. Nemmeno l’ombra del tanto decantato Parco scientifico tecnologico, almeno per ora unico elemento concreto: centinaia di lavoratori “deportati” da condizioni dignitose a questa landa desolata.

 

Occorre uscire dal pantano in tre mosse: La Regione deve ridefinire la gestione dei finanziamenti pubblici e il rapporto con le imprese, risolvere con urgenza il trasferimento della facoltà di ingegneria, progettare le vie di collegamento con l’abitato sottostante. Serve anche un rapporto più dinamico e sinergico con lo Stato. Se per raggiungere l’obiettivo serve un nuovo accordo di programma, da parte nostra non ci sono pregiudiziali».

 

2 COMMENTI

  1. Inevitabile… lassù imbriccata! L’Area ex Miralanza no!!! Corniglianono no !!! Peccato perchè erano in pianura, vicino a stazioni, autostrade, centri abitati che potevano riqualificarsi. Durerà poco gli Erzelli secondo me con o senza commssario. Se era un buon progetto sarebbe stato in piedi senza soldi pubblici…

  2. Ennesimo articolo fuorviante e tendenzioso sugli Erzelli. E’ inutile oggi disquisire sulla collocazione (manco parlassimo di una impenetrabile giungla) il fatto è che si motiva la collocazione come la causa principale dell’insuccesso per coprire altre colpe (magari di chi non rinuncia alle proprie comodità a scapito della collettività). Non è affatto una landa desolata ed è dignitosamente servita dai mezzi pubblici (in proporzione evidentemente alle presenze). Gli edifici sono moderni e funzionali a differenza di quelli di Via Negrone.

LASCIA UN COMMENTO