Ericsson, sesto giorno di protesta, verso lo sciopero generale

0
CONDIVIDI
Ericsson 6° giorno di protesta, verso lo sciopero generale
Ericsson 6° giorno di protesta, verso lo sciopero generale
Ericsson 6° giorno di protesta, verso lo sciopero generale

GENOVA. 28 GIU. Sesto giorno di protesta oggi per i lavoratori di Ericsson che manifestano contro i licenziamenti di 150 persone.

Dapprima c’è stato un presidio e blocco del traffico in Piazza Dante a Genova; poi intorno alle 11:40 il corteo ha imboccato via d’Annunzio in direzione della strada sopraelevata Aldo Moro al grido di “Non c’è più tempo, vogliamo lavoro”.

La chiusura della strada ha provocato gravi ripercussioni sul traffico cittadino.

 

Una delegazione di lavoratori ha incontrato il governatore Giovanni Toti che si è impegnato a farsi da tramite nei confronti del Mise e i capogruppi in Regione.

E proprio a margine di tale incontro i portavoci dell’ M5s hanno commentato: “E’ inaccettabile il continuo rifiuto da parte di Ericsson a sedersi a un tavolo e la totale debolezza delle istituzioni nei confronti di una multinazionale. Toti faccia pressione con ogni mezzo a disposizione sul ministro Calenda per l’emergenza occupazionale e bloccare subito la procedura di esubero”.

Poi la delegazione è stata ricevuta anche in Prefettura e dall’incontro ne è emerso l’impegno a sollecitare governo ed azienda a convocare un nuovo tavolo presso il Mise.

Intanto è stata convocata per domani, 29 giugno, l’assemblea dei lavoratori di Ericsson e per l’8 luglio è stato indetto lo sciopero nazionale. (nelle foto di Daniele: i lavoratori di Ericsson ed altre aziende del comparto manifestano in piazza Dante ed in sopraelevata).

LASCIA UN COMMENTO