Home Politica Politica Genova

Entella-Ascoli, esposta bandiera nazista. Levaggi: con i chiavaresi non c’entra

0
CONDIVIDI
Bandiera nazista

GENOVA. 5 APR. Un badante 40enne che assiste un 60enne disabile è stato denunciato per aver esposto su un balcone della casa del suo assistito, dietro gli spalti dello stadio di Chiavari, una bandiera nazista. E’ avvenuto ieri sera mentre al Comunale si giocava Entella-Ascoli. La bandiera è stata notata da spettatori e forze dell’ordine. Il quarantenne ha ammesso di essere simpatizzante dell’estrema destra e di aver voluto salutare così i tifosi dell’Ascoli, a suo dire sostenitori di movimenti di estrema destra, anche se stava guardando la partita con la sciarpa dell’Entella al collo.

A far scoprire l’esposizione della bandiera è stato un coro dei tifosi ascolani che hanno intonato cori chiedendo un saluto fascista. Sulla vicenda è intervenuto il sindaco Roberto Levaggi: “A nome di tutti i chiavaresi che rappresento voglio prendere le distanze, nella maniera più assoluta, rispetto all’increscioso episodio verificatosi ieri sera all’esterno dello stadio comunale durante la partita tra Virtus Entella ed Ascoli. Il vessillo nazista esposto da un terrazzo non ha niente a che vedere con la tifoseria dell’Entella, con la società, ma più in generale non ha niente a che vedere con i chiavaresi e con la storia di questa città.
Una storia fatta dei valori più profondi della nostra democrazia, Risorgimento e Lotta di Liberazione. Chiavari è una città che fonda le sue radici su questo glorioso passato, i nostri padri e i nostri nonni si sono sacrificati, in alcuni casi fino alla morte, al fianco di tanti gli altri italiani, per avere una nazione libera dalla dittatura. È un passato che non vogliamo e non possiamo dimenticare e che non dovrà più tornare.
Per questo ribadisco il mio totale disappunto e auspico che un simile comportamento venga sanzionato con forza, come peraltro prevede l’ordinamento italiano”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here