Edvin Marton e Vienna Strauss Orchestra al Politeama

0
CONDIVIDI
Edvin Marton
Edvin Marton
Edvin Marton
Strauss Orchestra
Strauss Orchestra

GENOVA. 1 DIC. Da una parte la Vienna Orchestra, famosa in tutto il mondo per il classico concerto di Capodanno, trasmesso ogni anno da oltre settanta emittenti televisive in tutto il mondo, reduce dai concerti negli Stati Uniti, in America latina, in Europa (Serbia, Romania, Slovacchia, Russia) e in Cina. Dall’altra Edvin Marton, talento eccezionale fin dall’età di otto anni quando tiene il suo primo concerto.

Un concerto esclusivo, quello che lunedì 7 dicembre alle ore 21  sarà al Politeama Genovese accompagnato dalla voce importante dei cantanti d’opera e dalla danza leggiadra dei ballerini viennesi. Tutti, danzatori e musicisti, vestiti con abiti di scena da vera favola, dove il compito di narratore spetterà a Marton, in compagnia dell’inseparabile violino Stradivari.

Edvin Marton, pseudonimo di Csűry Lajos Edvin è un compositore e violinista ungherese. Marton è diventato famoso come il violinista dei pattinatori sul ghiaccio, soprattutto perché Evgenij Pljuščenko, Stéphane Lambiel e altri famosi pattinatori spesso usano le sue composizioni per accompagnare le proprie esibizioni. Nato in una famiglia di musicisti, a soli cinque anni stava già imparando a suonare il violino dai suoi genitori. Ha tenuto il suo primo importante concerto a dodici anni, con l’Orchestra Sinfonica di Mosca. A diciassette anni è diventato uno studente dell’Accademia della Musica Liszt Ferenc a Budapest, nella classe di Géza Kapás. Nel 1996 partecipò ad una competizione Mondiale in Canada, a cui parteciparono oltre 350 violinisti. La vittoria in questa competizione consentì a Marton di ottenere la concessione per tutta la sua vita di suonare un violino Stradivari, posseduto da una banca Svizzera, costruito nel 1697 e utilizzato 200 anni prima da Paganini.

 

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO