Home Cronaca Cronaca Genova

Ecstasy mortale, amico 19enne e fidanzato 21enne di Adele restano in carcere

1
CONDIVIDI
Tribunale di Genova

GENOVA. 31 LUG. Restano in carcere il 19enne (amico) e il 21enne (fidanzato) arrestati sabato per la morte di Adele, la ragazzina chiavarese di 16 anni deceduta venerdì notte dopo avere ingurgitato una dose letale di Ecstasy a casa degli amici in via Corridoni prima di andare a divertirsi nei locali della movida genovese.

Lo ha deciso oggi il gup al termine dell’interrogatorio di garanzia. I ragazzi hanno risposto alle domande del giudice ricostruendo fatti e circostanze della tragica serata.

Secondo gli investigatori della squadra Mobile, la droga è stata assunta dalla vittima intorno alle 22. Il decesso è stato accertato alle 2,55 al Galliera.


Gli avvocati dei giovani arrestati hanno annunciato che faranno ricorso al Riesame per chiedere la scarcerazione o gli arresti domiciliari. Inoltre, hanno riferito che i giovani sono dispiaciuti, sconvolti e distrutti per quanto è successo: “Non si danno pace”.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here