Ecotassa e alluvionati, il Pd: Giampedrone fa un po’ il furbetto

0
CONDIVIDI
Giampedrone, fedelissimo del governatore Toti, nel mirino del Pd per Ecotassa e alluvionati
Giampedrone, fedelissimo del governatore Toti, nel mirino del Pd per Ecotassa e alluvionati
Giampedrone, fedelissimo del governatore Toti, nel mirino del Pd su Ecotassa e comuni alluvionati

GENOVA. 18 FEB. Ecotassa e comuni alluvionati: “Non si fanno gli sgravi fiscali con le risorse degli altri”. Il messaggio è stato rivolto oggi dal capogruppo regionale Raffaella Paita e dal consigliere ligure del Pd Giovanni Lunardon, all’assessore Giacomo Giampedrone e al governatore Giovanni Toti. In sostanza, il Pd dice che il provvedimento di Toti e Giampedrone, è roba da furbetti. Il riferimento è anche alle dichiarazioni, rilasciate anche da due esponenti della giunta, secondo cui il Governo avrebbe imposto alla Regione Liguria di abrogare l’articolo 8 della legge 20 2015 sui rifiuti, che prevedeva l’esclusione dei Comuni alluvionati dal pagamento dell’Ecotassa, pena l’impugnazione del provvedimento da parte del Mef.

“Questa vicenda impone alcune riflessioni – hanno detto Paita e Lunardon – per prima cosa Toti, di fronte ai rilievi del Ministero delle Finanze durante la Conferenza Stato Regioni non ha battuto ciglio e, in quella sede, si è preso l’impegno di abrogare l’articolo 8 della sua legge, dimostrando di condividere la posizione del Mef. Troppo comodo dire di sì a Roma e poi fare della demagogia in Liguria”.

Il secondo rilievo fatto dai due esponenti del Pd riguarda la natura dell’articolo 8 della legge 20 2015: “La giunta regionale ha pensato bene di esentare i comuni liguri alluvionati da un tributo normato dallo Stato come l’Ecotassa, ma si è ben guardata dal dispensare i cittadini di quegli stessi comuni dal pagamento della cosiddetta ‘tassa-Giampedrone’, che prevede una multa di 25 euro a tonnellata per chi non raggiungerà i termini di riciclaggio fissati dalla nuova legge regionale. Non spetta alla Regione decidere chi non debba pagare un tributo statale. Se si vuole modificare l’Ecotassa si può sempre iniziare un percorso legislativo a Roma, oppure percorrere la strada degli accordi Stato-Regione come avvenuto in passato. Nel frattempo Toti potrebbe esentare i Comuni liguri alluvionati dal pagamento della tassa-Giampedrone che lui stesso ha appena introdotto. E invece non ci pensa neanche e preferisce applicare degli sgravi fiscali con i tributi altrui”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO