Home Spettacolo Spettacolo Genova

ECCELLENTE BAYADÈRE ALL’ INSEGNA DELLA TRADIZIONE AL CARLO FELICE

0
CONDIVIDI
bayadère

bayadèrebayadèreGENOVA. 18 OTT. Successo ieri sera al Carlo Felice per la “seconda” (diventata prima a causa lutto cittadino di giovedì) del balletto La Bayadère, un classico del tardo romanticismo, ambientato in un’India non reale, dove Nikiya, la più bella delle danzatrici del tempio, si innamora perdutamente del guerriero Solor, nonostante la sua condizione di ragazza consacrata al dio le impedisca di potersi sposare.

Solor la ricambia giurandole eterno amore, ma nei fatti, appena vede Gamzatti, la figlia del Rajah, alla quale è destinato, se ne innamora rompendo il fidanzamento con Nikiya. Gli eventi incalzano fino alla tragica morte della bayadere a cui segue l’atto cosiddetto “delle ombre”, in cui l’anima di Nikiya fluttua in un luogo popolato da altre ombre, in un mondo fuori dal tempo, in cui la sogna Solor inebriato dall’oppio.

Lo schema adottato dal grande coreografo Petipa è anche qui preciso e riconoscibile: danze di carattere nelle scene di massa per tratteggiare l’ambientazione, passi a due romantici e sensuali e splendidi ed unici momenti coreografici, come l’inizio dell’ultimo atto, in cui le ballerine-Ombre discendono una per una da una pedana obliqua sul fondo della scena eseguendo lentamente gli stessi movimenti.


La Compagnia di Danza del Teatro dell’Opera e del Balletto di Ekaterinburg diretta da Slav Samodurov ha eseguito egregiamente il balletto mantenendo anche nelle scene e nei costumi la tradizione filologica delle prime esecuzioni. Ottimi le soliste della compagnia che denotano l’alta preparazione tecnica voluta dalla tradizione russa e soprattutto incantevole Elena Kabanova nel ruolo di Nikya, la bayadere , leggera e fluida negli assoli come nel passi a due. Ilja Borodulin è un egregio Solar, ma non regge il passo alla prima ballerina restando un poco in ombra.

Presente alla spettacolo il sindaco della città di Ekaterinburg Evgenj Roizman, ospite nella nostra città grazie al gemellaggio tra Genova ed Ekaterinburg sottoscritto nell’ottobre del 2013.

Il balletto sarà in scena al Carlo Felice fino a domani domenica 19 ottobre con lo spettacolo pomeridiano delle 15,30 (turno C). Ne consigliamo vivamente la visione. Francesca Camponero

bayadère

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here