Home Cronaca Cronaca Mondo

EBOLA. L’OMS PRONTA AD AFFRONTARE 20.000 CASI

0
CONDIVIDI
ebola virus

ebola virus ebola oms mapGINEVRA. 29 AGO. Un piano di emergenza dell’ Oms si prepara ad affrontare un totale di 20.000 casi di Ebola nell’ambito dell’attuale epidemia in Africa dell’ovest.

La road map resa nota a Ginevra “riconosce che il numero complessivo di casi di Ebola potrebbe superare i 20.000 nel corso di questa emergenza”.

L’Oms ha fornito anche un nuovo triste bilancio ufficiale dell’epidemia: il numero totale di casi confermati e probabili in Guinea, Liberia, Nigeria e Sierra Leone è salito a 3.069, con 1.552 decessi.


Si registra in Nigeria il primo decesso fuori da Lagos, nella città di Port-Harcourt nel sud-est del Paese. Lo hanno annunciato le autorità nigeriane. La vittima è un medico che ha contratto il virus.

Air France ha comunicato una “sospensione provvisoria” dei suoi voli su Freetown, capitale della Sierra Leone a partire da ieri, giovedì 28 agosto,

Intanto un team di medici russi, tornato da poco dalla Guinea, per voce del ministro della salute russo, comunica di aver sviluppato un vaccino sperimentale contro il virus: “Conosciamo l’agente patogeno e le sue caratteristiche, ed ora abbiamo un vaccino sperimentale che ha superato i test pre-clinici con successo”, ha spiegato il ministro.

Ed in Germania è arrivato un malato di Ebola che sarà curato in un ospedale specializzato di Amburgo: si tratta di un funzionario dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Per quanto riguarda la ragazza italiana sospettata di aver contratto il virus in Nigeria non si tratta nè di Ebola, né di Malaria, ma sembra piuttosto una seria forma di gastroenterite e rientrerà presto in Italia.

L’epidemia di Ebola, sempre secondo l’OMS, ha colpito duramente il personale medico con 240 operatori sanitari che hanno sviluppato la malattia in Guinea, Liberia, Nigeria e Sierra Leone, e più di 120 ne sono morti e questo soprattutto per la carenza di mezzi di protezione individuale o il loro uso improprio, la scarsità di personale medico e la compassione che spinge il personale medico a lavorare in reparti di isolamento ben oltre il numero di ore raccomandato.

L’Oms riguardo l’emergenza per il virus Ebola:

http://www.who.int/mediacentre/factsheets/fs103/en/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here