E i liguri scappano: emigrati in 125mila

0
CONDIVIDI
Come nel secolo scorso: i liguriemigrati sono 125.500, nel 2014 in 20716 sono stati costretti a lasciare la nostra splendida regione
Come nell’800 e nel secolo scorso: i liguri emigrati sono 125.500, nel 2014 in 2761 sono stati costretti a lasciare la nostra splendida regione

GENOVA. 12 GEN. I numeri fanno rabbrividire. Secondo gli ultimi dati dell’Anagrafe Italiani Residenti all’Estero, sono già oltre 125.500 i liguri che vivono fuori dai confini nazionali. La cifra è pari al 7,9% della popolazione residente nella regione: un dato che supera la media nazionale.

Oggi in Regione Rete a Sinistra ha lanciato l’allarme e ha chiesto misure immediate per monitorare e gestire il fenomeno: «Stiamo parlando di un decimo degli abitanti complessivi della Liguria – ha detto il consigliere Gianni Pastorino – è come se due città come Savona fossero sparite dalla carta geografica. Ormai è emergenza sociale: un’autentica emorragia di risorse e di intelligenze. Anche peggio, in proporzione, rispetto alle emigrazioni fra fine ‘800 e il secondo Dopoguerra. Nel solo 2014 sono 2761 i liguri espatriati».

In questo scenario si inserisce anche la questione dei lavoratori frontalieri: «si stima che ogni giorno 13.000 liguri si spostino in Francia per lavoro – aggiunge Pastorino -. Tutte queste persone hanno bisogno di risposte concrete: a questo punto è urgente che la Regione faccia la sua parte perché non restino lavoratori (e cittadini) di serie B».

 

Tre sono le indicazioni alla giunta contenute nell’interpellanza di Rete a Sinistra, in discussione nella seduta del consiglio di stamane: convocazione d’urgenza della Consulta per l’emigrazione, rinnovo della convenzione italo-monegasca, scaduta ben 30 anni fa e l’approvazione di una nuova legge, dopo tanti rinvii e a distanza di 22 anni dall’ultimo provvedimento regionale sul tema.

 

LASCIA UN COMMENTO