Home Cronaca Cronaca Genova

‘Droga del combattente’: sequestrate 37 tonnellate in porto a Genova

8
CONDIVIDI
Guardia di Finanza

GENOVA.8 MAG. “Droga del combattente” è il nome della sostanza stupefacente sequestrata nel porto di Genova. Trentasette tonnellate di pastiglie scovate in un container da funzionari del servizio Antifrode dell’Agenzia delle Dogane in cooperazione con la Guardia di Finanza, che avevano come destinazione la Libia.

Secondo gli investigatori, le pasticche di droga servivano per rifornire i combattenti islamisti delle fazioni vicine all’Isis e Daesh, che usano la sostanza stupefacente per “rafforzare” le proprie energie sui campi di battaglia o in occasioni di attentati ed imboscate.

Il maxi sequestro di stupefacenti è stato coordinato dal pm Federico Manotti per la Procura Distrettuale Antiterrorismo.


Dietro questo traffico di stupefacenti, si sospetta siano operativi anche in Italia vari fiancheggiatori o personaggi appartenenti allo Stato Islamico.

Il porto del capoluogo ligure è stato utilizzato anche per il traffico sospetto di veicoli rubati diretto tra la Libia e Genova e viceversa, che nei mesi scorsi, dopo accurate indagini, aveva portato a sequestri ed arresti. ABov

 

8 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here