Doverosa precisazione sulla tappa del Girobike ad Albenga

0
CONDIVIDI
Tappa del Girobike ad Albenga ecco una nostra precisazione
Tappa del Girobike ad Albenga ecco una nostra precisazione
Tappa del Girobike ad Albenga ecco una nostra precisazione

SAVONA. 22 SETT. In una spettacolare e grande giornata di sole e di sport domenica ad Albenga si sono disputate due importanti manifestazioni ciclistiche: la Granfondo Noberasco ed una tappa del Girobike. Proprio a quest’ ultima è dedicata la nostra precisazione.

Nell’articolo uscito domenica infatti avevamo annunciato tempestivamente il successo di Walter Groppi, ma dopo un attento esame della registrazione della gara, successivamente, la giuria ci ha comunicato un diverso risultato: a vincere la gara è stato invece Giordano Tomasoni della Polisportiva Disabili Valcamonica.

Scusandoci con i nostri lettori per l’ errore compiuto, ribadiamo invece il grande successo di pubblico che ha avuto l’evento e la massiccia presenza dei Mass Media: Radio (105, Onda Ligure e Rss) Tv ( Rai 3, SportabiliaTv con il grande Lorenzo Roata, Primocanale), giornali cartacei (Secolo XIX, La Stampa, L’Avvenire, Il Giorno) ed on line ( Albengacorsara, Mediterranews, Ligurianotizie, Ivg, Rivieraligure, Liguria2000news, Eco di Savona).

 

A dare il via è stato il sindaco Giorgio Cangiano, accompagnato da Gian Benedetto Noberasco e dal vice sindaco Riccardo Tomatis. Il circuito cittadino di tre chilometri e mezzo è stato ripetuto più volte e dopo un’ora di gara è suonata la campanella che segnalava ai concorrenti l’ ultimo giro in programma. La tappa albenganese è la penultima del Giro, l’ultima è in programma il 18 ottobre a Milano. Anche nelle tappe precedenti di Imola, Pavia, Lentate sul Seveso, San Marino, Castel di Sangro i concorrenti hanno dato vita a sfide appassionanti.

La manifestazione ha ottenuto grande visibilità grazie ad una serie di testimonial di grande rilievo quali Enzo Iachetti, Linus, Claudio Chiappucci, Ivana Spagna, Giusy Versace, Dolcenera e Vera Atyushkina, che è anche la miss maglia rosa. Come detto Tomasoni ha preceduto Diego Colombari della Polisportiva Passo e a Paolo Lucarelli della Polha Varese, mentre fra le donne la vincitrice assoluta è stata Francesca Fenocchio della Sporabili Alba Onlus, davanti a Romina Modena della Active e a Valentina Rivoira della Polisportiva passo.
Fra le varie categorie si sono imposti Andrea Conti del GSC Giambenini negli MH1, che è partito in maglia rosa e ha conservato il primato, davanti a Luca Cremonesi del Fly Handbike Cremona e Igor Galliano della Polisportiva Passo.

Negli MH2, vittoria di Marco Toffanin dell’Anmil Sport Italia, che ha preceduto l’atleta in maglia rosa Ivan Sperone della Polisportiva Passo, che ha conservato comunque la maglia, e Igor Pieragostini del Team Equa.

Negli MH3 affermazione di Saverio Di Bari della Sportabili Alba Onlus, davanti a Claudio Conforti del Team MTB Bee And Bike Bregnano e all’atleta Walter Groppi del Team Equa, partito in maglia rosa e rimasto in vetta alla classifica.

Negli MH4 ha prevalso in maglia rosa il vincitore assoluto Giordano Tomasoni della Polisportiva Disabili Valcamonica, rimasto quindi in vetta alla classifica, che ha preceduto Paolo Lucarelli della Polha Varese e Christian Giagnoni del Team Tredici Bike.

Nell’ultima categoria maschile degli MH5 vittoria di Diego Colombari della Polisportiva Passo che era partito con la maglia rosa sulle spalle e che ha quindi conservato il primato, che ha preceduto Fabrizio Bove dell’Anmil Sport Italia.

In campo femminile, nella categoria WH1 vittoria della maglia rosa Luisa Pasini del Team Equa, che ha quindi conservato la testa della classifica, nessun atleta presente nella categoria WH2 che è guidata in maglia rosa da Roberta Amadeo del Team MTB Bee And Bike Bregnano, nella WH3 affermazione per la vincitrice assoluta Francesca Fenocchio della Sporabili Alba Onlus, che ha preceduto Valentina Rivoira della Polisportiva Passo, in maglia rosa al via e detenrice ancora del primato al termine della tappa. Infine nella categoria WH4 affermazione di Romina Modena della società Active, partita in maglia rosa e rimasta dunque in vetta alla classifica.
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO