Doria chiude lo storico Mercato del pesce: da martedì a Ca’ de Pitta

1
CONDIVIDI
Il blocco e la protesta dei giorni scorsi contro la decisione di Doria di chiudere lo storico Mercato del pesce a Cavour
Il blocco e la protesta dei giorni scorsi contro la decisione di Doria di chiudere lo storico Mercato del pesce a Cavour
Il blocco e la protesta dei giorni scorsi contro la decisione di Doria di chiudere lo storico Mercato del pesce a Cavour

GENOVA. 21 LUG. L’assessore regionale Stefano Mai stava cercando fondi UE per tenere aperto lo storico Mercato del pesce in piazza Cavour a Genova ed era a buon punto, ma oggi il sindaco Marco Doria ha comunicato che lo ha chiuso definitivamente. Come temuto dagli operatori e come annunciato da Doria nell’incontro di lunedì scorso, l’amministrazione comunale ha disposto il trasferimento del mercato ittico all’ingrosso da Cavour a Ca’ de Pitta in piazzale Bligny.

Secondo l’ordinanza di chiusura firmata stamane da Doria, il trasferimento dovrà avvenire a decorrere da martedì 26 luglio 2016.

Tursi ha comunicato, inoltre, che “nell’impianto di Ca’ de Pitta in queste settimane sono stati realizzati interventi di adeguamento per ospitare le attività di commercio ittico all’ingrosso. Conseguentemente, la Asl 3 ha riconosciuto alla struttura l’indispensabile bollo CE B527J per stabilimento alimentare che, come anticipato dalla stessa Asl, verrà invece sospeso per la sede di piazza Cavour. Il trasferimento si è reso necessario esclusivamente dai problemi di sicurezza dell’edificio e degli impianti di piazza Cavour.

 

Sulla base delle prescrizioni della Asl, il Comune, con ordinanza del 20 giugno scorso, aveva consentito la prosecuzione temporanea delle attività secondo precise limitazioni di orario e di accesso per realizzare, nel frattempo, la sistemazione della sede alternativa.

Le ulteriori verifiche sull’edificio di piazza Cavour, con la parziale demolizione della controsoffittatura, hanno intanto confermato una diffusa compromissione di una parte delle strutture portanti, mentre la Asl ha indicato una consistente serie di interventi necessari per la messa in sicurezza degli impianti elettrico e idraulico e delle strutture dell’immobile.

Il Comune ha costantemente informato gli operatori per tenere in considerazione le esigenze poste dal trasferimento temporaneo nella nuova sede, oltre che per valutare le diverse ipotesi di collocazione futura del mercato. La giunta Doria ha programmato ulteriori interventi per migliorare la funzionalità dell’impianto di Ca’ de Pitta da realizzarsi nei tempi strettamente necessari”.

Su richiesta del Comune, la Camera di Commercio ha convocato d’urgenza per domani la Commissione del Mercato all’ingrosso ittico di Genova, composta dai rappresentanti delle categorie.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO