Home Politica Politica Genova

Doria, Bernini, Crivello, Tullo: il Pd si ritrova al Gay Pride. Tremila in corteo

109
CONDIVIDI
L'ex sindaco Marco Doria al Gay Pride di Genova

GENOVA. 1 LUG. L’ex sindaco Marco Doria a braccetto con l’ex vicesindaco Stefano Bernini, l’ex assessore comunale e candidato sindaco sconfitto Gianni Crivello, l’ex assessora comunale Elena Fiorini, l’orlandiano deputato del Pd Mario Tullo ed altri esponenti politici che hanno intonato anche “Bella Ciao”.

Il centrosinistra si ritrova al Gay Pride, che oggi è partito dalla Comunità San Benedetto al Porto, fondata da Don Andrea Gallo, per concludersi in piazza De Ferrari e quindi con la festa al Porto Antico.

Il Gay Pride quest’anno non ha ricevuto il patrocinio di Regione Liguria. Il governatore Giovanni Toti e il nuovo sindaco di Genova hanno preferito disertare la manifestazione: “L’anno prossimo anche il Comune di Genova non darà il patrocinio. Nostro sostegno per eventi che possono riguardare tutti i cittadini, non solo una parte o di parte”.


Secondo gli organizzatori, alla partenza del colorito corteo contro l’omofobia e per i diritti di gay, trans e lesbiche, erano presenti “almeno 3mila persone, ma il numero è cresciuto durante il percorso”. Madrina dell’evento la conduttrice Tv Alba Parietti.

 

 

109 COMMENTI

  1. Non sanno più chi appoggiare per raccattare qlc voto !???pezzenti ,ecco perché premono per dare cittadinanza a tutti gli immigrati nella speranza di avere qlcn dalla loro parte…che vomito!

  2. Ma chi se ne frega se sei etero o gay sono fatti tuoi….. Dei miei me ne occupo io.Con tutti i problemi che ci sono e DORIA si deve vergognare non si è mai visto tranne a portare acqua hai clandestini in v.XX. e ha queste manifestazioni.

  3. Ognuno ha diritto di vivere secondo sua natura, ma questa manifestazione è una carnevalata di pessimo gusto e Bucci e Totò hanno fatto benissimo a tenersi fuori. I precedessore ed oggi il PD Fa di tutto per mendicare voti.

  4. non capisco la necessità di tale ostentazione. Ormai i gay hanno le unioni civili si possono sposare nessuno si scandalizza, ed a parte qualche scemo, sono pienamente accettati dalla società. Cosa serve manifestare per lìorgoglio gay.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here