Doria a S.F. cena allo Yacht club, a Genova dà ok per demolirlo

0
CONDIVIDI
Sede Yacht Club Italiano
La sede dello Yacht Club Italiano nel porto di Genova
La sede dello Yacht Club Italiano nel porto di Genova, che sarà demolita se passa il Blue Print di Renzo Piano

GENOVA. 2 FEB. Se a Genova Marco Doria ha dato l’ok al Blue Print del senatore Renzo Piano, che vuole demolire lo storico Yacht club, venerdì sera in California il sindaco per prima cosa andrà alla cena dei vip allo Yacht club di San Francisco.

L’annuncio è stato dato stamane a Tursi durante la presentazione del programma della visita nel vicino distretto della Silicon Valley.

Sono previsti oltre venti incontri in sei giornate di lavoro che comprenderanno anche una conferenza sulla storia di Genova alle università di Berkeley e di San Francisco, oltre all’incontro con il sindaco Edwin M. Lee.

 

Doria incontrerà i  responsabili di aziende quali IBM, NASA, MobileIron, Ebay e i rappresentanti dei club che raccolgono i liguri residenti nella Bay Area, con una presentazione di Genova presso la sede locale dell’Istituto Italiano di Cultura.

“Scopo della visita – ha detto Doria – è promuovere Genova nei diversi campi stabilendo relazioni con istituzioni politiche, mondo economico, della ricerca, scientifico, culturale e operatori capaci di promuovere flussi turistici verso Genova e Liguria”.

Nella preparazione della visita, il sindaco ha interessato diverse realtà genovesi, da Confindustria all’Istituto italiano di tecnologia, dall’Università alla Fondazione Palazzo Ducale. Target del viaggio, infatti, è avviare e favorire relazioni dirette tra i diversi soggetti economici, istituzionali e culturali di Genova e dell’area californiana. Fondamentale è stato l’apporto del Consolato italiano. Il sindaco sarà accompagnato da Alberto Cappato, direttore generale di Porto Antico e presidente della Sezione cultura e turismo di Confindustria.

Tra gli intenti del viaggio, ha spiegato Tursi in una nota, anche la presentazione proprio del waterfront genovese e del disegno di sviluppo delineato nel Blue Print di Piano “per acquisire spunti e contatti operativi”, con la speranza che almeno a  “Sanfra” non venga in mente a nessuno di demolire la storica sede dello  Yacht club.

E’ la prima missione internazionale a Stelle e Strisce di Doria, dopo quelle a Hebron in Palestina, Marsiglia, Barcellona e Nizza.

 

 

LASCIA UN COMMENTO