“Dopodiché Stasera mi butto”. Domani alla Tosse

0
CONDIVIDI
Dopodiché stasera mi butto alla Tosse
Dopodiché stasera mi butto alla Tosse
Dopodiché stasera mi butto alla Tosse

GENOVA. 6 OTT. Genova – Quattro uomini decidono di suicidarsi: sono non più figli ma non ancora padri; non hanno più la paghetta ma non ancora lo stipendio. Sono stufi di lottare per tutto. Si trovano in un luogo segreto per farla finita assieme. Sull’orlo dell’abisso, un secondo prima di cadere, si raccontano.

Diventano una famiglia. Forse c’è ancora una speranza. Rivedono i loro sogni di bambini, parlano della morte e della vita, dell’amore e di quello che avrebbero voluto fare. Possono ancora farlo?….vedremo.

Questo è DOPODICHÉ STASERA MI BUTTO, lo spettacolo che dal 7 all’ 11 ottobre, ore 20.30 (domenica ore 18.30) apre la Stagione Tosse in Cantiere Campana. Autore ed attore Enrico Pittaluga, con Graziano Sirressi, Luca Mammoli, Andrea Panigatti, regia Riccardo Pippa, scene e costumi Margherita Baldoni, disegni Duccio Mantellassi e Niccolò Masini, produzione Proxima Res.

 

Un cinico e spassoso gioco dell’oca per la Generazione Disagio che già nella tournèe 2015 ha divertito i teatri di mezza Italia. Un dottorando, un precario e un bamboccione casalingo, guidati da un cinico presentatore, possono aspirare, come ultima chance, al suicidio. Al pubblico il compito di aiutarli nell’impresa. Dopodiché stasera mi butto: l’emozione di vincere, perdendo la vita.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO