Dopo il morto, controlli straordinari antialcol: 366 identificati

3
CONDIVIDI
48 enne aggredisce donna con un pugno in faccia
Dopo l'omicidio stradale di domenica scorsa ad opera di un ecuadoriano ubriaco e drogato,lo scorso week end sono scattati controlli straordinari a Certosa, nel ponente e nel centro storico genovese
Dopo l’omicidio stradale di domenica scorsa ad opera di un ecuadoriano ubriaco e drogato, lo scorso week end sono scattati controlli straordinari a Certosa, nel ponente e nel centro storico genovese

GENOVA. 1 FEB. Dopo l’omicidio stradale di due domeniche fa ad opera di un ecuadoriano ubriaco e drogato, lo scorso fine settimana sono scattati i controlli straordinari dei carabinieri a Certosa, nel ponente e nel centro storico genovese.

A seguito dei servizi finalizzati al contrasto dei reati di microcriminalità e al controllo degli esercizi dediti alla commercializzazione di prodotti alimentari e bevande alcoliche, i carabinieri hanno proceduto all’ispezione di attività commerciali in via Brin, via Canepari, piazza Barabino, via Piombino, Via Stefano Canzio ed anche nel centro storico, precisamente in via di Prè, comminando sanzioni pecuniarie per un importo complessivo di 25.000,00 euro.

Tutti gli esercizi sono stati segnalati all’A.G. per “mancanza di conformità strutturali ed igieniche, di autocontrollo alimentare ed etichettatura alimenti”. Nell’esercizio commerciale di Prè sono stati sequestrati oltre 70 kg. di prodotti da forno in cattivo stato di conservazione.

 

Nel corso dell’operazione sono stati controllati 16 negozi, effettuati 25 posti di controllo, identificate 366 persone. Elevata una sanzione amministrativa per ubriachezza a carico di un cittadino rumeno, 33enne, in Italia senza fissa dimora.

Inoltre, è stato arrestato per “tentata rapina” un cittadino spagnolo, 28enne, poiché, all’interno del negozio Oviesse della Fiumara, dopo aver asportato un paio di scarpe di esiguo valore, allo scopo di assicurarsi la fuga, ingaggiava una collutazione con la guardia giurata. Merce recuperata e restituita all’avente diritto.

Sono stati poi denunciati:

per “tentato furto aggravato e tentata rapina impropria” un palermitano di 39 anni, residente a Genova, e un genovese 47enne, entrambi con precedenti di polizia, poiché, all’interno del negozio “Best Shop” di Sestri Ponente, avevano rubato prodotti per l’igiene intima ed un paio di scarpe , venendo fermati dal responsabile del negozio oltre le casse;

per “possesso di chiavi alterate o di grimaldelli”, un rumeno di 31 anni, residente a Genova, con precedenti di polizia, poiché sottoposto a controllo nella nottata a Sestri Ponente, è risultato in possesso, senza giustificato motivo, di numerosi attrezzi atti allo scasso, custoditi all’interno dell’autovettura;

per “guida sotto l’influenza dell’alcool con tasso superiore a 1,5”, F. F.G., ecuadoriano, residente a Firenze, incensurato, ermato per un controllo mentre conduceva la propria autovettura in stato di ebbrezza alcoolica. Patente ritirata;

per “guida senza patente”, un genovese, 24enne, fermato mentre era alla guida di un’autovettura, pur avendo la patente di guida sospesa;

per “uso personale di sostanze stupefacenti”, un albanese, 22enne, residente in Via Cechov ed un genovese, 37enne, residente in C.so Martinetti, entrambi pregiudicati.

 

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO