Domenica ad Albenga la Prima nazionale di “Pagliacci”

3
CONDIVIDI
La pianista Angiolina Sensale
La pianista Angiolina Sensale
La pianista Angiolina Sensale

SAVONA. 27 LUG. – Uno spettacolo musicale di livello internazionale si svolgerà domenica sera in piazza dei Leoni. Si tratta della prima nazionale dell’ opera lirica “I Pagliacci”(inizio ore 21 e 15). “Ad organizzare l’evento – ci spiega il presidente della sezione Ucai di Albenga- Imperia, Giovanni Sardo- è la nostra associazione, l’ Unione Cattolica Artistiti Italiani, grazie alla collaborazione con il Comune di Albenga e gli Amici della Musica Città di Voghera, che ha riservato il privilegio della prima al pubblico di Albenga. La celebre opera lirica in due atti “Pagliacci”, libretto e musica di Ruggero Leoncavallo, si ispira ad un delitto realmente avvenuto in Calabria a Montaldo Uffago, quando il compositore era bambino. Il padre di Leoncavallo, che era magistrato, istruì il processo che portò alla condanna dell’ uxoricida”.

L’opera è stata fin dall’esordio uno dei melodrammi più eseguiti al mondo: il successo immediato trova spiegazione nell’ attualità del liguaggio e nell’approccio verista e popolare che in quel periodo permeava tutte le arti.
“Pagliacci- continua Sardo- è, certo, un’opera drammatica, ma non si deve dimenticare che all’interno vi è comunque uno spettacolo “comico” messo in scena da una compagnia di pagliacci e spesso questo lato divertente viene messo in secondo piano.
Il regista Fabio Buonocore, ex cantante lirico, ha voluto mettere in risalto anche l’aspetto buffo di quest’opera inserendo molte gags divertenti curate nei dettagli proprio come sarà curata la parte più tragica dell’opera”.

Si vedrà una compagnia girovaga di pagliacci che arriva in paese, che monta il proprio teatrino allestendolo dal nulla, preparando ogni oggetto, interagendo tra di loro e con il pubblico proprio come nella vita reale. Il colore sarà una predominante dello spettacolo e i costumi fedeli all’epoca. Amore, risate, passioni, gelosie, ire, ogni contenuto ideato dalla mente del compositore sarà evidenziato dal regista e da tutti gli interpreti. In un villaggio della Calabria giunge una compagnia ambulante per la festa di Mezzagosto. Peppe, vestito da Arlecchino, annuncia lo spettacolo serale della compagnia delle Maschere. Nedda, moglie di Canio il capo della compagnia, è aiutata da Tonio a scendere dal carro. Canio, geloso, maltratta Tonio il quale medita vendetta.
Tonio coglie al volo la possibiltà di lavare l’affronto di lì a poco: sorprende la moglie di Canio, Nedda, e un contadino del luogo, Silvio, che amoreggiano in disparte. Avverte immediatamente il marito geloso il quale giungendo nel luogo del colloquio amoroso, non riesce a catturare l’amante della moglie. Tonio e Peppe consigliano Canio di fingere, nella speranza di individuare il seduttore durante lo spettacolo nel quale egli reciterà nel ruolo di Pagliaccio.
La rappresentazione ha luogo. Numerosi gli spettatori. Nedda, nel ruolo di Colombina, è corteggiata da Taddeo (impersonato da Tonio). Ma Arlecchino vuol corteggiare a sua volta Colombina e scaccia Taddeo il quale rientra poco dopo, per avvertire che Pagliaccio sta per giungere sul luogo dell’incontro dei due innamorati.

 

Pagliaccio giunge nel momento in cui Colombina ripete ad Arlecchino le stesse parole che Nedda ha rivolto a Silvio. Canio, a questo punto, abbandona il ruolo di Pagliaccio per ritornare ad essere il marito geloso e infierisce con un coltello su Colombina, impersonata da sua moglie. Silvio, che tra il pubblico seguiva le vicende, si precipita sul palcoscenico per salvare Nedda. Ma Canio lo uccide.

Questo il cast internazionale: Angelica Cirillo (Nedda), Alessandro Mundula (Canio), Kim Young Hoon (Tonio),Enrico Giovagnoli (Beppe) e Domenico Barbieri (Silvio).
Coro sinfonico Ticino, diretto dal Maestro Giampaolo Vessella e Camerata Musicale Ligure composta da Giovanni Sardo (violino)Marco Moro (flauto), Josè Scanu (chitarra), Simone Mazzone (chitarra) e Raffaele Cecconi (Pocketscore). Al pianoforte, nel ruolo di maestro concertatore, ci sarà Angiolina Sensale. Regia, scene e costumi di Fabio Buonocore. Ingresso euro 25, prevendita presso la Libreria San Michele Sacro in via Episcopio, 3 ad Albenga.

Prima dell’ inizio della rappresentazione il pubblico verrà intrattenuto da “La magia delle Bolle- Aspettando i Pagliacci” uno spettacolo con la partecipazione di Luisa Vassallo, Elio Berti e degli allievi del Workshop. La prima nazionale di questa compagnia è stata resa possibile grazie alla collaborazione di: Comune di Albenga, Confcommercio Albenga, Amici della Musica Città di Voghera, Latte Alberti, Self-Tutto il mondo del fai da te, Prospettiva Casa- Servizi Immobiliari, Caffè Letterario Ai Giardinetti, Barbaramontagna Hairstylist, Festa Antico Caffè, Clan, Unipol Sai Assicurazioni ed Alessandra Benati.
PAOLO ALMANZI

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO