Domani presentazione libro di Silvio Perrella

0
CONDIVIDI
Silvio Perrella
Silvio Perrella
Silvio Perrella

GENOVA. 16 GIU. Domani pomeriggio, venerdì 17 giugno alle ore 16.00 presso il Ristorante Cavo (ex Cambi Caffè) in Vico Falamonica 1r a Genova verrà presentato il nuovo libro di Silvio Perrella, Addii, Fischi nel buio, Cenni, (Neri Pozza Editore) per il ciclo di incontri Caffè, Poesia, Teatro e Letteratura del Festival dell’Eccellenza Femminile.

Il testo è un viaggio dovuto e necessario nella storia letteraria del Novecento in compagnia della generazione degli “antenati”, come l’autore definisce gli scrittori nati tra le due guerre mondiali, tra cui Calvino, Parise, Pasolini, Anna Maria Portese, La Capria.

In un’epoca in cui la comunicazione era limitata ai mezzi tradizionali, i protagonisti di quella straordinaria stagione della letteratura italiana hanno continuato a scriversi, incontrarsi, pungolarsi dalle pagine delle riviste e a trovare punti anche materiali d’incontro, dando vita a straordinarie koinè intellettuali delle quali è di fondamentale importanza trasmettere la lezione e l’esempio.

 

Un libro scritto per non dimenticare e perché i fischi nel buio e i cenni della generazione degli antenati vengano ancora ricordati dai nipoti di chi ha vissuto quel periodo storico.

I cenni di Calvino che «vuol leggere il mondo non scritto»; di Parise che «prova a leggere la vita cosí com’è»; di Pasolini che «legge la mutazione antropologica degli italiani»; di Anna Maria Ortese che «legge il “corpo celeste”»; di La Capria che «legge se stesso come se fosse un altro». Emblemi di un mondo che sembra lontano, ma che, senza la sua conoscenza, può trasformarsi in «una pagina bianca deserta di segni significativi, una pagina illeggibile e triste».

All’incontro dialogheranno con l’autore Lauro Magnani, Storico dell’Arte, Silvana Zanovello, Giornalista e critico teatrale, Consuelo Barilari, Direttrice del FEF. L’attore Marco Avogadro leggerà alcuni estratti e brani degli autori trattati.

L’ingresso è libero.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO