Home Da Sistemare

DOMANI MANIFESTAZIONE DEI VERDI A ROMA PER I 20 ANNI DEL REFERENDUM ANTINUCLEARE. UN PULLMAN DA GENOVA

0
CONDIVIDI

l’8 novembre del 1987, scegliendo in un referendum di non accettare le centrali nucleari sul proprio territorio. “Il nucleare è pericoloso e costoso, ribadisce il Presidente dei Verdi e ministro dell’Ambiente, e oggi più che mai, di fronte all’offensiva delle lobby dell’atomo, occorre ricordare il valore di quella scelta. Chi si ostina a proporre il nucleare dimentica sempre di dire che non è ancora stato risolto il problema delle scorie e della sicurezza e che i costi sono enormi. Il futuro è nell’efficienza e nelle fonti sicure, pulite e rinnovabili. Se l’Italia non vuole perdere altro tempo prezioso deve innovare ed investire in questa direzione, altrimenti continueremo a pagare i costi di scelte energetiche sbagliate ed a rincorrere pericolose chimere
atomiche”. Secondo l’AIEA (Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica), il contributo dell’atomo al fabbisogno mondiale di energia elettrica scenderà dal 15% al 13% entro il 2030. E a spiegare questo trend negativo “ci sono i soliti vecchi problemi legati a questa fonte energetica. In primo luogo quelli legati alla sicurezza delle centrali, alla gestione delle scorie e allo smantellamento degli impianti in disuso, nonché alla loro protezione da eventuali attacchi terroristici e alla proliferazione di armi a testata nucleare. Alla manifestazione di Roma di sabato 10 sarà presente una folta rappresentanza di ambientalisti liguri, da Genova partirà un pullman con circa 50 persone e da altre parti della Liguria con altri mezzi. Sono disponibili ancora pochi posti sul pullman, che partirà alle ore 8,00 da via Cadorna lato Liceo Doria, chi volesse aggregarsi occorre che si prenoti telefonando ai seguenti numeri: Gruppo Consiliare Verdi Regione Liguria 010/5484593 oppure ai cellulari 3477005942 e 3491753599. Possibile anche informarsi o prenotare venerdì pomeriggio in via XX Settembre, altezza via Ceccardi, al banchetto che i Verdi genovesi hanno organizzato per dare informazione dell’iniziativa e dove sarà possibile anche firmare sia per la campagna che chiede al Governo di fare rispettare i limiti di emissioni di CO2 alle case automobilistiche sia per il referendum contro gli OGM.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here