Domani al Verdi “ Il flauto magico ” sul grande schermo

0
CONDIVIDI
al Verdi Il Flauto Magico
al Verdi Il Flauto Magico
al Verdi Il Flauto Magico

GENOVA. 15 FEB. Martedì 16 febbraio – ore 16.00, al Teatro Verdi di Sestri Ponente è in programma la proiezione dell’opera Il Flauto Magico di Wolfgang Amadeus Mozart, direttamente dal Teatro alla Scala di Milano.

Il Flauto Magico, una delle ultime opere del maestro Wolfgang Amadeus Mozart, non finisce mai di sorprendere lo spettatore.La musica illustra una storia magica che incanta con il suo simbolismo e misticismo. La forma usata è quella del Singspiel, che presenta sia parti cantate che di dialogo. Il suo tema tragico si svolge con elementi fiabeschi di racconto fantastico e anche comico.

La figlia della Regina della Notte, Pamina, è stata rapita da un mago, eTamino, al vederla in una fotografia se ne innamora e parte alla sua ricerca. Tre donne gli donano un flauto magico che fa felice chi lo ascolta. Tuttavia lui non sa che la sua strada sarà quella di un viaggio verso la spiritualità.

 

Il personaggio Papageno si presenta nella sua aria, come un venditore di uccelli – metà uomo e meta uccello – a cui piace far festa e bere vino. Aiuterà Tamino, ma il suo desiderio è trovare una Papagena, vivere bene e avere una famiglia comune. Siccome ha paura, le tre dame gli regalano campanelle magiche d’argento per proteggerlo.

Per Tamino sorge la domanda: chi è il buono a chi è il cattivo? La Regina della Notte o Sarastro, che governa il Templo della Saggezza, e vuole salvare la giovane?

Mozart registrò Il Flauto Magico come Deutsche Oper (opera tedesca) alla data del luglio 1791 con il nome di Die Zauberflöte.Fu messa in scena con straordinario successo a settembre nel ‘Theater auf der Wieden’ due mesi prima della sua morte, a soli 35 anni, colpito da una strana malattia.

Il libretto è di Emanuel Schikaneder e con il contributo di Karl Ludwig Giesecke. Schikaneder fu anche il primo Papageno in scena.

La fonte primaria del racconto, secondo Flaminio,  è la raccolta Jinnistan ovvero Raccolta di fiabe di fate e di spiriti edita da Christoph Martin Wieland tra il 1786 e il 1789, «in particolare la fiaba Lulu ovvero Il flauto magico di August Jakob Liebeskind».

La produzione che vedremo al Verdi  ha come Direttore: Roland Boer; la Regia e di William Kentridge; Cast: Gunther Groissbock, Samir Pirgu, Detlef Roth, Roman Sadnik, Albina Shagimuratova.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO