Disastro treni in Liguria: “Lasciate ogni speranza o voi che salite”

4
CONDIVIDI
pendolari
Disastro Ferrovie: girone dantesco quotidiano per gli utenti liguri del treno
pendolari
Disastro Ferrovie: girone dantesco quotidiano per gli utenti liguri dei treni

GENOVA. 22 MAG. Un girone dantesco ogni giorno. Treni sovraffollati, porte guaste, corridoi impraticabili per la calca (scendere e salire diventa un’impresa). Esauriti i posti a sedere già alla prima fermata, oltre la metà dei passeggeri viaggia in piedi. E poi assidui ritardi, rallentamenti inspiegabili (alla sera, mezz’ora da Brignole a Cornigliano), soste ingiustificate, fermate soppresse a causa del nuovo orario cadenzato.

Il servizio passeggeri versa in condizioni disperate. L’inferno dei pendolari liguri, in particolare fra Savona e Genova, l’altro giorno è stato denunciato pure dal consigliere regionale di Rete a Sinistra Gianni Pastorino.

«Lasciate ogni speranza voi che salite – ha detto Pastorino –  e c’è poco da scherzare. Il calvario va avanti per tutto l’inverno e per buona parte della primavera. Ultimamente la situazione è un po’ migliorata, certo non per merito di Trenitalia, ma semplicemente perché i treni sono meno frequentati. È paradossale: il treno funziona solo quando la gente non lo prende».

 

Tre i problemi evidenziati da Rete a Sinistra: composizione inadeguata dei convogli (poche carrozze, e del tipo meno capiente), continui ritardi sulla tratta soprattutto in orario serale, taglio delle fermate nelle stazioni di Arenzano, Cogoleto, Varazze per i treni diretti e provenienti da Ventimiglia.

“I numeri riferiti dall’assessore Berrino – ha aggiunto Pastorino – sono da capogiro: ogni settimana 108.000 persone scendono nella stazione di Sampierdarena, 70.000 a Sestri Ponente, 50.000 a Voltri, 25.000 ad Arenzano. Occorre porre rimedio, anche perché, con l’estate alle porte, si teme una nuova ondata di disagi”.

 

4 COMMENTI

  1. Riguardo la linea diBusalla vogliamo parlarne. Il servizio è funzionale solo con l’orario invernale e nell’ora di punta. Dopodiché la frequenza cala anche con due ore di buco. Inaccettabile.

LASCIA UN COMMENTO