Home Politica Politica Genova

Disastro differenziata, Bucci: aumento al 60% in un anno con incentivi economici

3
CONDIVIDI
Il candidato sindaco del centrodestra Marco Bucci

GENOVA. 14 GIU. L’aumento della raccolta differenziata a Genova al 60-70% in un anno con incentivi economici, agevolazioni per chi acquista mezzi Gpl, metano o usa il car sharing, la riqualificazione dei parchi cittadini, la creazione di squadre anti-degrado per ogni Municipio, di un’area verde per ogni quartiere e l’istituzione di uno sportello comunale anti-degrado.

Sono tra i punti del ‘Patto per l’ambiente’ del candidato sindaco del centrodestra a Genova Marco Bucci presentati oggi pomeriggio durante l’inaugurazione del nuovo point elettorale in via Ceccardi, dove i genovesi possono denunciare le situazioni di degrado presenti in città.

“Con l’amministrazione dell’assessore Crivello-Doria – ha detto Bucci – cosa ha conosciuto la città? Problemi enormi per quanto riguarda la gestione e lo smaltimento dei rifiuti, addirittura un calo della raccolta differenziata nell’ultimo anno, ed un problema dello sforamento nei livelli di inquinamento atmosferico che non è stato contrastato in alcun modo.


I temi proposti nel patto per l’ambiente partono dalla volontà di aumentare sensibilmente il livello della raccolta differenziata anche attraverso un sistema di incentivi economici per i cittadini che partecipano alla raccolta diretta dei materiali differenziabili.

Per arginare il livello di inquinamento atmosferico la prossima giunta comunale avvierà incentivi per i genovesi che decideranno di acquistare mezzi a carburante Gpl o metano e si punterà su un deciso potenziamento del servizio di “car sharing”.

Genova è una città dotata di importanti parchi cittadini che devono essere valorizzati con una migliore manutenzione ordinaria e organizzando eventi che possano essere di interesse per i genovesi e i turisti.

Con la riorganizzazione dei Municipi ogni realtà sarà dotata di una squadra di Amiu e Aster per gli interventi più urgenti.

Per arginare la situazioni di degrado ed evitare che denunce e appelli dei cittadini rimangano inevasi e senza risposta da parte dell’amministrazione comunale, il Comune di Genova si doterà di uno Sportello anti degrado il cui compito sarà proprio quello di raccogliere le segnalazioni e migliorare l’efficienza della macchina comunale.

Non abbiamo il programma del ‘no’ ma abbiamo proposte serie che possono migliorare la qualità della vita dei genovesi. Non ci fermeremo qui sulle proposte per l’ambiente. Per esempio un altro tema sul quale ci impegneremo sarà l’elettrificazione della banchine in Porto”.

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here