Differenziamoli bene, campagna della Regione

0
CONDIVIDI
Dall' Amiu un esercito di uomini per Capodanno a Genova
rifiuti rumenta sestri
La Regione avvia una campagna di sensibilizzazione per differenziare bene i rifiuti

GENOVA. 1 DIC. Dopo aver varato il nuovo disegno di legge sui rifiuti per promuovere la raccolta differenziata che in Liguria si attesta a un misero 35% , la giunta regionale sta promuovendo e finanziando una campagna di sensibilizzazione nei confronti del cittadino per spiegare in modo diretto quali sono i comportamenti più corretti da tenere. In questi giorni verranno distribuiti circa 2000 depliant ai 17 Centri di Educazione Ambientali presenti sul territorio regionale, affinché promuovano incontri con la popolazione e iniziative di sensibilizzazione.

“Differenziamoli Bene”: è il titolo della campagna che, oltre all’assessorato all’Ambiente della Regione Liguria, ha il supporto dei gestori e dei consorzi di filiera che realizzeranno eventi specifici e incontri sul territorio. “Dopo aver approvato in Giunta e successivamente in consiglio regionale una legge sulla raccolta differenziata che risponde ad una situazione emergenziale che abbiamo ereditato – spiega l’assessore Giampedrone – con questa campagna vogliamo sensibilizzare i cittadini sull’importanza di una corretta raccolta differenziata e del conseguente recupero del materiale, vista la situazione arcaica in cui versa la Liguria, come è stata definita dalla stessa commissione parlamentare di inchiesta sui rifiuti. Inoltre non dobbiamo dimenticare che il recupero dei rifiuti, oltre ad avere un impatto positivo sulla protezione dell’ambiente, riducendo il quantitativo da portare in discarica, permette la creazione di nuovi posti di lavoro e limita il consumo di risorse naturali”.

La campagna di sensibilizzazione, pronta a partire, si articolerà sul territorio regionale attraverso una serie di eventi che prenderanno il via venerdì 4 dicembre alle 18 al Palazzo Verde di Genova in via del Molo al Porto Antico, con la proiezione del film documentario “Trashed, verso rifiuti zero”, seguito da una tavola rotonda sulla raccolta differenziata.

LASCIA UN COMMENTO