Home Politica Politica La Spezia

Di Stefano (CasaPound) alla Spezia: no Ius soli, sì mutuo sociale

0
CONDIVIDI
Convegno CasaPound alla Spezia con Di Stefano e Plinio

“No Ius soli, sì al mutuo sociale per salvaguardare i più deboli come le persone malate o chi perde, suo malgrado, il lavoro. Basta odio verso gli italiani. Il Governo deve aiutare i nostri concittadini in difficoltà. Fuori dalla UE e dall’euro. Lottiamo contro lo strapotere di banche e multinazionali, che non devono stare in Parlamento. Riprendiamoci la nostra libertà”.

E’ la sintesi dell’intervento di Simone Di Stefano, vicepresidente di CasaPound Italia, che oggi alla Spezia, partecipando a un convegno per presentare il programma delle elezioni politiche 2018 e la nuova sede cittadina, ha anche citato il caso della signora Sandra Pelosi, la disabile malata terminale di Siena che martedì scorso ha tentato il suicidio in Tribunale perché con il consenso di certi giudici le stanno portando via la casa “in nome del Popolo italiano”.

Inoltre, il leader di CPI ha ribadito le critiche verso il blitz di Forza Nuova alla sede romana del quotidiano “la Repubblica” e ha commentato il raduno odierno degli antifascisti pro migranti a Como: “Non mi sembra che ci fosse questa folla oceanica. Non credo che il Pd con la storia dell’antifascismo potrà ottenere più voti. Dovranno inventarsi qualcos’altro”.


In città si è svolta una contro manifestazione di Anpi e simpatizzanti di sinistra, circa 200, che hanno inutilmente tentato di impedire lo svolgimento dell’evento di CasaPound.

Insieme a Di Stefano c’erano altri esponenti di CPI e il neo “militante” Gianni Plinio, esponente storico della destra genovese ed ex vicepresidente di Regione Liguria.

Una destra sociale, dunque, un po’ come ai tempi del MSI di Giorgio Almirante.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here