Di Battista nei caruggi: sì a fonti rinnovabili, no a ricatti delle lobby

0
CONDIVIDI
Alessandro Di Battista venerdì a Savona per sostenere il candidato sindaco M5S Diaspro
Il M5S ha sceltogenova per presentare il piano energetico nazionale: applausi in piazza delle Erbe per Alessandro Di Battista
Il M5S ha sceltogenova per presentare il piano energetico nazionale: applausi in piazza delle Erbe per Alessandro Di Battista

GENOVA. 25 APR. Circa 400 persone oggi pomeriggio hanno partecipato all’agorà in piazza delle Erbe, dove il M5S ha presentato il piano energetico nazionale. Dopo il disastro ambientale nel Polcevera, i pentastellati italiani hanno scelto Genova per ribadire “Sì” alle fonti rinnovabili, che Renzi non vuole, e  “No” ai ricatti delle lobby del carbone, gas e petrolio.

Secondo il M5S, entro il 2020 il nostro paese può uscire dal carbone, entro il 2050 dagli altri combustibili fossili.

“Mi fa piacere che in questa piazza – ha detto il deputato M5S Alessandro Di Battista –  non ci siano poliziotti e carabinieri. Se per caso ci fossero, sono pochi e in borghese: sanno che i ladri stanno altrove. Questa è l’immagine di un paese normale. L’Italia dovrebbe diventare l’Arabia Saudita delle Rinnovabili. Non si può continuare con i ricatti occupazionali, come all’Ilva di Taranto. L’economia sostenibile dà lavoro. Non gliela vogliamo dare vinta a questa gentaglia che ha il fossile nel cervello e prende ordini dai lobbysti. Noi abbiamo un unico lobbysta, che è il popolo italiano.

 

Noi non siamo qui a chiedere voti. Non si vota a Genova. Preferiamo un cittadino in meno che ci vota, ma magari ci dà una mano per chiudere una discarica o combattere contro un obbrobrio ecologico qui in Liguria, piuttosto che un italiano che mette una X e basta e poi se ne strafrega di tutto quanto per cinque anni.

Il patto del Nazareno non è mai morto. Berlusconi lavora per Renzi e Renzi lavora per Berlusconi. C’è un consociativismo. Renzi non ha applicato un minimo di tassa per Mediaset, figuriamoci, e Berlusconi in cambio gli dà qualsiasi cosa”. Come per le prossime elezioni a Roma.

 

 

LASCIA UN COMMENTO