Detenuto si dà fuoco a Marassi

0
CONDIVIDI
I due sospetti terroristi sostengono di essere fuggiti dall' Iran per diventare cristiani
Detenuto si dà fuoco in carcere a Marassi
Detenuto si dà fuoco in carcere a Marassi

GENOVA. 13 DIC. Un detenuto del carcere di Marassi ha cercato di togliersi la vita coscaprgendosi, dapprima, di un liquido infiammabile, poi, appiccando il fuoco al proprio letto.

L’episodio è avvenuto ieri sera e l’intervento di alcuni agenti di polizia penitenziaria ha permesso di scongiurare la tragedia.

Gli agenti sono entrati nella cella nonostante le fiamme e il fumo e sono riusciti a salvare l’uomo.

 

Per farlo sono rimasti feriti e hanno riportato un principio di intossicazione.

Il detenuto ha riportato gravi ustioni su alcune parti del corpo ed è stato trasferito d’urgenza al reparto Grandi Ustionati dell’ospedale Villa Scassi di Sampierdarena.

Le sue condizioni sono serie anche se non sarebbe in pericolo di morte.

I tre agenti sono stati visitati al pronto soccorso dell’ospedale San Martino e dimessi con una prognosi di alcuni giorni.

Per i fatti è stata avviata un’indagine interna.

LASCIA UN COMMENTO