Derby Primavera: Samp-Genoa 0-0, Vince la Paura a Sestri Levante

0
CONDIVIDI
Derby Genoa Samp Primavera
Derby Genoa Samp Primavera
Derby Genoa Samp Primavera

GENOVA 25 OTT.  Era dal 25 gennaio del 2012 che il derby della Lanterna tra formazioni Primavera non finiva in parità. È successo oggi, a distanza di oltre tre anni e mezzo, in un match giocato con grinta e determinazione da blucerchiati e rossoblù, ma senza il coraggio e la personalità necessari per portarsi a casa i tre punti in palio.

Emozioni. Combattuta e bloccata, sul sintetico dell’”Andersen” di Sestri Levante la prima porzione di gara scivola via senza troppe emozioni. L’occasione migliore è doriana e capita poco dopo la mezzora sul sinistro di Baumgartner: Sommariva fa buona guarda tuffandosi alla propria destra. Ancora più ghiotta, sul finire di tempo, l’opportunità che spreca Ponce, sfiorando il palo e non sfruttando a dovere un regalo della difesa ospite. La reazione genoana si palesa soltanto in pieno recupero, quando Panico, su punizione, coglie la parte alta della traversa.

Cambi. La ripresa si apre con un cambio doriano – Vrioni per l’acciaccato Merkaj – e con un tiro genoano – di Chiacchiarelli -, uscito di un nulla. Mister Masi cambia ancora dopo il quarto d’ora e sempre nel reparto offensivo: fuori va Ponce, dentro Dotto e Baumgartner avanzato di qualche metro al fianco di Vrioni, che accelera al 21′, manda in crisi la retroguardia rossoblù ma trova Sommariva sulla propria strada. La risposta avversaria non si fa attendere e arriva con Panico al 25′, prima che il Doria esaurisca le sostituzioni con Di Nardo per Baumgartner. Nel finale Gallino neutralizza un destro dalla distanza di Ricozzi e il risultato non si schioda. 0-0, vince la paura di perdere.

 

Sampdoria 0
Genoa          0
Sampdoria (3-5-2): Gallino; Defilippi, Varga, Tissone; Bacigalupo, Calò, Cioce, Baumgartner (30′ s.t. Di Nardo), Serinelli; Merkaj (1′ s.t. Vrioni), Ponce (18′ s.t. Dotto).
A disposizione: Cavagnaro, Gilardi, Guida, Massa, Garrè, Matulevicius, Bondi, Tommasini.
Allenatore: Marco Masi.
Genoa (4-3-1-2): Sommariva; Ierardi, Scannapieco, Anibal, Parente; Fassone (29′ s.t. Matarese), Ricozzi, Corsinelli; Ghiglione (24′ s.t. Piscopo); Chiacchiarelli (13′ s.t. Asencio Morales), Panico.
A disposizione: Bellussi, Mahrous, Delli Carri, Capotos, Nuti, Quaini, Palesi, Faccioli, Samb Ndiaye.
Allenatore: Cristian Stellini.
Arbitro: Tardino di Milano.
Assistenti: Novellino e Lombardi di Brescia.
Note: ammoniti al 7′ p.t. Fassone, 31′ s.t. Piscopo e 38′ s.t. Parente per gioco scorreto; recupero 2′ p.t. e 3′ s.t.; spettatori 600 circa; terreno di gioco in sintetico.

 

LASCIA UN COMMENTO