Dentista di Rapallo usa struttura Asl per fini privati, condannato

0
CONDIVIDI
Dentista condannato dalla Corte dei Conti a risarcimento
Dentista condannato dalla Corte dei Conti a risarcimento
Dentista condannato dalla Corte dei Conti a risarcimento

GENOVA. 24 DIC. La Corte dei Conti della Liguria ha condannato a risarcire un danno da 30 mila euro, un dentista di 63 anni di Rapallo, accusato di aver utilizzato le attrezzature pubbliche per prestazioni private.

Il medico, infatti, nel 2008, aveva stipulato un contratto di collaborazione con l’Asl, che lo impegnava a svolgere 18 ore settimanali di lavoro all’interno delle strutture pubbliche.

Dagli accertamenti è emerso che il dentista avrebbe inserito nell’agenda elettronica delle prenotazioni Asl mai effettuate, compilato false ricette mediche, il tutto però regolarmente retribuito dal servizio sanitario.

 

Non solo, avrebbe anche utilizzato le attrezzature pubbliche ai fini privati, creando all’Asl un danno di mancato introito, in quanto le prestazioni sono state pagate direttamente a lui.

Per la procura il danno complessivo era da quantificare in 30 mila euro, di cui 15 per danno erariale e il restante per danno d’immagine.

Infine è arrivata la condanna al risarcimento.

LASCIA UN COMMENTO