Home Cronaca Cronaca Genova

Decapitato nel bosco a Lumarzo: trovati nuovi reperti nei rifiuti

0
CONDIVIDI
Ucciso e decapitato nel bosco a Lumarzo: nuovi reperti tra i rifiuti

GENOVA. 24 OTT.  Possibile svolta nell’omicidio di Albano Crocco, il cui corpo è stato trovato decapitato senza la testa nel bosco di Lumarzo, lo scorso 11 ottobre. I carabinieri del nucleo investigativo di Genova hanno trovato nuovi reperti da fare analizzare agli specialisti del Ris di Parma.

I nuovi elementi sono stati raccolti da alcune ecoballe compattate in discarica e sequestrate nei giorni scorsi nel sito di rio Marsiglia, che raccoglie la spazzatura del chiavarese.

Gli investigatori hanno controllato 18 ecoballe alla ricerca delle armi e dei vestiti dell’assassino, ma anche della testa del pensionato, che continua a non trovarsi.


Intanto, oggi sono cominciate le operazioni peritali dei carabinieri del Ris di Parma per estrapolare il dna dell’assassino da altri reperti già raccolti nei giorni scorsi e confrontarlo con quello dell’unico indagato, Claudio Borgarelli, nipote della vittima.

L’indagato, che ha respinto le accuse e si è dichiarato innocente, è accusato di omicidio pluriaggravato e premeditato oltre che di sottrazione e soppressione di cadavere.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here