David Garrett a Tursi con il suo violino

0
CONDIVIDI
David Garrett a Tursi
David Garrett a Tursi
David Garrett a Tursi

GENOVA.  14 APR. E’ arrivato con 40 minuti di ritardo David Garrett all’appuntamento coi giornalisti a Palazzo Tursi prima del suo concerto di stasera. Maglietta bianca, jeans sdruciti su un fisico non pienamente in forma che non vale però  a togliergli fascino dal momento che erano tutti comunque ad aspettarlo ed a pendere dalle sua labbra quando ha parlato ai presenti rigorosamente in lingua inglese.

Ad attenderlo anche i vip di palazzo Tursi , il Sindaco Doria e l’Assessore Carla Sibilla, con il sovrintendente del Carlo Felice Maurizio Roi e il direttore artistico M° Acquaviva.

“ So che è la seconda volta che viene a Genova  –  ha detto Doria rivolto alla star del violino – e deve ammettere che le abbiamo sempre fatto vedere delle cose molto belle”. Garrett per fortuna ha annuito e ringraziato,ma ha poi volto l’attenzione del pubblico sulla musica.

 

“Amo suonare, ma amo ancor di più gli strumenti. Ogni strumento ha la sua storia che traspira quando viene usato. I due violini più importanti al mondo sono uno Stradivari attualmente a Londra e l’atro è il Cannone di Paganini che voi avete la fortuna di avere qui a Genova, patria del grande violinista e compositore. – ha detto Garrett-  Questi strumenti sono famosi per il loro suono particolare,ma anche per le condizioni in cui si trovano. La condizioni per uno strumento sono tutto. E’ un grande onore per me suonare questa sera uno strumento così importante”.

David Garrett infatti questa sera alla fine del concerto che lo vede protagonista nel Concerto in re maggiore per violino e orchestra op.35 di Pëtr Il’ič Čajkovskij eseguirà alcuni bis proprio col Cannone di Paganini per gentile concessione del Comune di Genova.

FRANCESCA CAMPONERO

David Garrett suona il violino a Tursi
David Garrett suona il violino a Tursi

LASCIA UN COMMENTO