Danza in scena per sostenere la ricerca sul Neuroblastoma

0
CONDIVIDI
La danza in scena per sostenere la ricerca sul Neuroblastoma
La danza in scena per sostenere la ricerca sul Neuroblastoma
La danza in scena per sostenere la ricerca sul Neuroblastoma

GENOVA. 18 MAG. Una serata di danza e solidarietà, con gli allievi della scuola genovese New Terpsichore, che sabato 4 giugno alle ore 21.00, presso il Teatro dell’Archivolto in Piazza Gustavo Modena a Genova, porteranno in scena Io Non ho paura, spettacolo realizzato in collaborazione con Latino Dance & Fitness e Dance Mate e con la direzione artistica di Silvia Giacobbe, che ha curato anche le coreografie insieme a Sabrina Pitzianti e Valerio Bennardo. La regia, audio e luci sono invece di Massimo Gallo e Alex Ferraro.

Lo spettacolo è costituito da tre mini production e ha come filo conduttore il tema della paura nei bambini e nei giovani: da quella della scuola a quella della violenza, dal bullismo fino alla morte. In scena 70 allievi, dai 4 ai 25 anni, che danzeranno varie discipline e  realizzeranno il desiderio delle loro scuole di mettere a disposizione la propria “arte” con un’iniziativa che potesse ridare coraggio ai piccoli ammalati e alle loro famiglie raccogliendo fondi per la ricerca scientifica e poter dire un giorno tutti insieme #stopneuroblastoma.

Parte dell’incasso, infatti, sarà devoluto ai progetti di ricerca contro il Neuroblastoma sostenuti dall’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S.. In particolare l’iniziativa sosterrà il “Progetto Clinico – Traslazionale Italiano per il Neuroblastoma”, volto a individuare cure innovative ed efficaci (come l’immunoterapia), nuovi farmaci (in particolare inibitori di ALK, il genere che predispone alla malattia) e terapie sempre più personalizzate e a misura di bambino, a cui collaborano i principali centri d’eccellenza italiana. Dire STOP al Neuroblastoma, significa guarire la maggior parte dei i bambini ammalati di cancro.

 

Il Neuroblastoma è un tumore maligno subdolo e aggressivo, che registra ogni anno in Italia 150 nuovi casi, ed è la prima causa di morte per malattia in età prescolare, dopo le leucemie. Spesso non viene riconosciuto dai primi sintomi, simili a quelli di una semplice influenza (pallore, inappetenza, cambio d’umore, rifiuto a camminare) e quando si giunge alla diagnosi, si presenta in fase già avanzata con metastasi allo scheletro e al midollo. Comprendere i meccanismi biologici che regolano lo sviluppo del tumore, individuare cure efficaci e nuovi farmaci e arrivare a una corretta e rapida diagnosi sono gli obiettivi che l’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S, persegue da oltre 20 anni, dal giorno della sua nascita presso l’Istituto “G.Gaslini” di Genova con cui da allora collabora quotidianamente.

Costo biglietti: 20 euro. Informazioni e prevendite: [email protected], tel. 347.9691780/ 339.2705517

Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S.: www.neuroblastoma.org

LASCIA UN COMMENTO