Home Spettacolo Spettacolo Genova

TRA LA DANZA CLASSICA E IL FLAMENCO IL BALLETTO IN SCENA AL CARLO FELICE

0
CONDIVIDI
Ballet-Nacional-Espana

Ballet-Nacional-Espana Ballet-Nacional-EspanaGENOVA. 24 OTT. Colori vivaci, festa e amore questa l’atmosfera che si vive guardando il Ballet Nacional de España per la prima volta in Italia al Carlo Felice con le due coreografie Grito e Suite Sevilla.

Un dittico unito dal canto-ballo, denominato flamenco, nato dalla contaminazione tra la musica popolare andalusa e quella gitana.

La prima coreografia, Grito, è stata creata appositamente per il BNE dal celebre ballerino e attore spagnolo Antonio Canales, ed è un viaggio attraverso i vari tipi di flamenco: Seguirillas, Soléa, Alegrìas, Tangos.


Al suo entrare in scena il corpo di ballo appare sul palco in tutto il suo splendore di costumi, ma soprattutto di capacità tecniche che indubbiamente lo distinguono da altre compagnie del genere. Come sanno in tanti infatti la qualità di una compagnia di danza viene stabilita proprio dal corpo di ballo.

Sono i cosiddetti ballerini di fila che denotano la preparazione tecnica di una scuola e senza dubbio il Ballet Nacional de España ha dimostrato di essere al top del suo genere. Nessuno sgarro da parte dei danzatori affiatati tra di loro, assolutamente a tempo nei movimenti di gambe e braccia, nonché perfetti nell’ordine delle file disegnate dalla coreografia.

Meno tradizionale la seconda parte dello spettacolo, Suite Sevilla, ad opera del direttore della compagnia, Antonio Najarro. Diviso in nove parti, sulle musiche di Rafael Riqeuni, il balletto è una creazione originale in cui Najarro fonde la danza classica spagnola e il flamenco con le tendenze coreografiche più all’avanguardia. In questo balletto il coreografo di Madrid fa uso della danza classica all’interno del ballo tradizionale spagnolo inserendola completamente in uno stile contemporaneo molto personale.

Tutto ciò in coerenza con la sua formazione di ballerino che ha studiato diversi stili , dalla tecnica classica all’ escuela bolera, dal repertorio folcloristico fino al flamenco e poi alla danza contemporanea. Lo spettacolo che ha debuttato con grande successo al Teatro Mira Madrid il 19 febbraio 2011 è indubbiamente piaciuto molto anche al pubblico genovese (benchè non molto numeroso) che ha applaudito con calore.

Complemento non certo di poco conto la musica che per Grito è eseguita da musicisti spagnoli appartenenti alla compagnia, mentre in Suite Sevilla, si unisce a loro l’Orchestra del Teatro Carlo Felice diretta da José Antonio Montaño.

Il balletto è in programma al Carlo Felice fino a mercoledì 29 in una pomeridiana di turno H.  Da non perdere. Francesca Camponero

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here