Dante & Liszt, fra musica, immagini e parole

0
CONDIVIDI

Messa e BonuccelliGENOVA. 2 DIC. Sabato prossimo, 5 dicembre alle ore 17, al Conservatorio “N. Paganini” nell’ambito del progetto “Tre virtuosi a Genova: Liszt, Paganini e Sivori”, è previsto un incontro dedicato a “Dante & Liszt”, articolato in due parti. Aprirà una conversazione a tre che coinvolgerà Francesco De Nicola (Università di Genova), Alessandra Gagliano Candela (Accademia Ligustica di Belle Arti) e Patrizia Conti (Conservatorio).Si parlerà di Dante e la musica, di Liszt e Dante e di Gustavo Dorè, il noto pittore e incisore francese, famoso soprattutto per le sue illustrazioni della “Divina Commedia”. Dalle parole alla musica. Dario Bonuccelli e Valentina Messa eseguiranno la “Dante Symphonie” di Liszt nella versione per due pianoforti: durante l’esecuzione verranno proiettati alcuni dei disegni di Dorè.

Dario Bonuccelli si diploma in pianoforte nel 2004, presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova, col massimo dei voti, lode e menzione d’onore. E’ diplomato anche in composizione e molti suoi lavori sono stati eseguiti in pubblico (ultimo Nuvole, eseguito in prima assoluta alla Sala Fontana del Museo del Novecento di Milano nell’ambito di Piano City 2014). Ha tenuto centinaia di concerti, come solista, solista con orchestra e in varie formazioni da camera, in 14 Paesi europei e Giappone, suonando in sale prestigiose (come il Teatro Bibiena di Mantova, la Wigmore Hall di Londra, il Palazzo Reale di Stoccolma, il Teatro Caio Melisso per il Festival di Spoleto, il Teatro Comunale di Firenze per il Maggio Musicale, il Kashihara Theatre di Osaka, la sala Verdi e l’Università Bocconi a Milano, la Stadthalle di Bayreuth nell’ambito del Festival Wagner,…). Il suo repertorio spazia dal Barocco al Contemporaneo, con particolare attenzione al periodo del primo Romanticismo. Da diversi anni prepara ed esegue programmi monografici dedicati a compositori di cui ricorre un particolare anniversario, tra cui Mozart, Enescu, Chopin, Schumann, Liszt, Mahler, Debussy. Grazie alla sua preparazione musicale, alla sua duttilità e conoscenza dei repertori è stato scelto come pianista della 54esima edizione del Premio Internazionale Paganini di Genova.

Valentina Messa si e’ diplomata nel giugno ’99 al Conservatorio “B.Marcello” di Venezia ottenendo il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale. Ha vinto numerosi primi premi e varie borse di studio, partecipando a concorsi pianistici nazionali ed internazionali, “Premio Beethoven” al Luciano Gante di Pordenone nel ’99, terza tra i pianisti segnalati al Premio Venezia 2000 e al Premio Nazionale delle Arti 2007, vincitrice dell’edizione 2005 del concorso indetto dalla Società Umanitaria di Milano, grazie al quale ha preso parte alla registrazione di un cd edito dalla Sarx Records.

 

L’attivita’ concertistica l’ha portata a calcare i palchi di prestigiose sedi italiane ed estere quali Scuola Normale di Pisa, Societa’ Umanitaria di Milano, Teather Trier, Auditorium Casa Paganini, Sala della Radio Vaticana, Teatro Alfieri di Torino, Teatro Vittoria per Unione Musicale Torino, GOG Genova, Caplan Centre for the Performing Arts di Philadelphia, Logan Centre for the Performing Arts di Chicago, Sanders Teathre della Harvard University a Boston.

L’ingresso è libero.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO