Dalla Paita arriva proposta per tagli di stipendi ai consiglieri

0
CONDIVIDI
Mille euro lordi in meno per i consiglieri regionali, da 8.800 a 7.700 euro al mese.
Mille euro lordi in meno per i consiglieri regionali, da 8.800 a 7.700 euro al mese.
Mille euro lordi in meno per i consiglieri regionali, da 8.800 a 7.700 euro al mese.

GENOVA. 25 SET. Mille euro lordi in meno per i consiglieri regionali, da 8.800 a 7.700 euro al mese.

E’ la proposta presentata ieri dal Pd, che vuole equiparare lo stipendio dei neoeletti in via Fieschi a quello dei sindaci dei capoluoghi, come Marco Doria, il quale guadagna circa 4mila euro netti.

La mossa politica, mai avanzata prima dai democratici da anni al potere in Liguria, ricalca un po’ quelle avanzate dagli esponenti di Rete a sinistra e M5S appena entrati in consiglio regionale.

 

Il capogruppo Raffaella Paita e l’ex segretario regionale Pd Giovanni Lunardon porteranno la proposta di legge martedì prossimo in aula o al massimo nelle prossime settimane, con l’obiettivo di ridurre lo stipendio dei politici liguri a partire dal 2016.

Con il taglio delle indennità – spiega Paita – vogliamo allinearci a quello che sta già facendo il governo Renzi a livello nazionale. Il disegno di legge costituzionale, infatti, prevede di ridurre le indennità di tutti i consiglieri regionali da nord a sud equiparandole a quelle dei sindaci dei capoluoghi. La Liguria può anticipare la legge costituzionale e dare un segnale tangibile ai cittadini. Sul punto, il Pd sfida il centrodestra, che è nemico della riduzione dei costi della politica”.

Dopo la riduzione del numero dei consiglieri, il taglio agli stipendi si tradurrebbe in “soli” 31mila euro al mese di risparmio. Mentre occorrerebbe una radicale riorganizzazione dell’apparato burocratico regionale e delle società partecipate. Fabrizio Graffione

LASCIA UN COMMENTO