Da Novi L. alle trivelle, altra gaffe di Toti a Le Iene

5
CONDIVIDI
Tori al cantiere sul Bisagno
Il governatore Toti colto in castagna dalle Iene, che gli hanno posto una semplice domanda inerente al referendum sulle trivelle
Il governatore Toti colto in castagna dalle Iene, che gli hanno posto una semplice domanda inerente al referendum sulle trivelle

GENOVA. 10 APR. L’ex direttore del TG4 colto in castagna dagli ex colleghi di Mediaset. “Quante sono le piattaforme interessate a questo referendum?” gli ha domandato una delle Iene. “Non moltissime, nell’ordine di una decina” ha risposto Giovanni Toti. In realtà, come ben evidenziato sullo schermo nella puntata andata in onda stasera, le piattaforme interessate sono 92.

Dopo quella di Novi Ligure in Liguria ed altre gaffe, il governatore c’è cascato di nuovo. Giovanni Toti è stato intervistato durante un suo soggiorno a Roma, vicino al Parlamento, insieme ad alcuni onorevoli e senatori.

Stasera Le Iene hanno anche trasmesso un servizio sul caso del figlio del boss dei boss, Salvo Riina, ospite del salotto televisivo di Bruno Vespa per pubblicizzare il suo libro. Una roba contestata da molti, pure in Liguria. Si è scoperto che a Porta a Porta le domande sarebbero state concordate prima, ossia censurate dal figlio del boss dei boss, che infatti, per tali motivi, si è rifiutato di rilasciare un’intervista a una delle Iene.

5 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO