Home Cultura Cultura Genova

Da lunedì la Settimana dei cimiteri storici europei

0
CONDIVIDI
Staglieno

GENOVA. 25 MAG. Anche quest’anno, da lunedì 29 maggio a domenica 4 giugno, ii Comune di Genova partecipa alla Settimana dei cimiteri storici europei, l’iniziativa promossa dall’Associazione Cimiteri Storici Monumentali Europei (Asce), con un ricco programma di eventi che si svolgeranno nel cimitero monumentale di Staglieno, uno dei luoghi artistici più importanti della città.

Ad anticipazione delle iniziative previste, il 25 maggio alle 17.30 (fino al 30 luglio) apre a Palazzo Rosso la mostra “Immagini per l’eternità. Il Cimitero di Staglieno nell’obiettivo dei fotografi dell’Ottocento”: una presentazione della produzione fotografica che ha contribuito in modo determinante alla promozione delle straordinarie opere artistiche presenti nel nostro cimitero, dove sono rappresentate le principali correnti scultoree di fine XIX e inizio XX secolo, dal neoclassicismo al realismo, dal simbolismo al liberty e al déco.

“Scoprire gli immortali” è il tema sul quale si sviluppa quest’anno il programma della Settimana dei cimiteri storici europei e che costituisce anche il titolo della mostra fotografica di Maurizio Logiacco che sarà esposta nell’atrio centrale durante la manifestazione.


Il 31 maggio alle ore 10, presso il Tempio Laico, verranno presentati tutti i restauri realizzati negli ultimi anni grazie al contributo di enti pubblici e privati, di mecenati e sponsor. In particolare, inoltre, verrà per la prima volta esposto al pubblico il restauro del monumento di David Chiossone, fondatore dell’omonimo Istituto per ciechi e ipovedenti. Nel pomeriggio sarà proposta una visita ai restauri condotta dai restauratori (appuntamento alle ore 15 all’ingresso laterale, lato fioristi).

Il 3 giugno alle ore 10, al Tempio Laico, narrazione in musica con Mauro Pirovano e il violinista Oleksandr Pushkarenko che quest’anno proporranno “Spoon River amaranto” ispirato al colore del fiore simbolo dell’immortalità.

Infine il 4 giugno alle ore 11, al Pantheon, si svolgerà un concerto di canti gospel del Millelire Gospel Choir.

Non mancheranno le ormai consuete visite guidate (tutti i giorni dal 29 maggio al 4 giugno, con appuntamento dalla Statua delle Fede) per scoprire lo straordinario patrimonio artistico del nostro Cimitero Monumentale sotto angolazioni particolari e suggestive:

tutti i giorni alle ore 10 (ad eccezione del 2 giugno): “Salviamo il patrimonio di Staglieno”, itinerario di visita e scoperta, a partire dal porticato storico, ad alcune sculture recentemente restaurate, tra le quali la famosa “venditrice di noccioline”, Caterina Campodonico, l’Angelo Nocchiero di Scanzi e la tomba di Constance Lloy, moglie di Oscar Wilde;

tutti i giorni alle ore 11,30: “Staglieno con gli occhi dei poeti”, itinerario evocativo che, alla stregua dei Grand Tour che portarono poeti e letterati come Mark Twain o personaggi illustri come la Principessa Sissi a Staglieno, condurrà i visitatori a conoscere opere e sculture attraverso le testimonianze e i versi dei grandi del passato;

tutti i giorni alle ore 15 (ad eccezione del 3 giugno): “Staglieno, il Risorgimento e la Liberazione: storie di uomini e ideali”, itinerario sulle orme di personaggi che hanno saputo segnare in modo indelebile la storia italiana, a partire dal Campo dei caduti durante la seconda Guerra Mondiale, compiendo un viaggio a ritroso nel tempo fino ai principali esponenti del Risorgimento italiano, primo fra tutti Giuseppe Mazzini.

Il programma completo delle iniziative, tutte gratuite, è reperibile al link: www.staglieno.comune.genova.it/it/iniziative.

Durante la Settimana dei Cimiteri Storici Europei verrà anche inaugurata la porzione della rete wifi museale nella zona risorgimentale del Boschetto Irregolare a Staglieno. La rete consente ai visitatori di accedere gratuitamente a diversi contenuti multimediali di supporto alla visita.

La novità è il coinvolgimento di 300 fra bambini e ragazzi nella produzione dei contenuti: i visitatori potranno così scoprire informazioni originali e inconsuete legate al Cimitero e che rimandano alla cultura italiana e alla storia e tradizione della nostra città.

Le allieve e gli allievi dell’Istituto Duchessa di Galliera hanno ad esempio contribuito ad un approfondimento sulla moda nel tempo attraverso gli abiti dei personaggi ritratti nelle sculture di Staglieno; quelli dell’Istituto Alberghiero Marco Polo alla realizzazione di un tutorial per la ricetta della storica torta di Mazzini, dolce preferito del patriota; i ragazzi e le ragazze del Liceo Musicale Pertini hanno eseguito e permetteranno di ascoltare brani di musica risorgimentale. A questo si aggiungono giochi interattivi realizzati coi ragazzi di tre licei, i bambini che “interrogano” la professoressa Bianca Montale e molto altro. Il progetto è stato realizzato da Arci Genova e Coop19 col sostegno della Compagnia di San Paolo nell’ambito dell’edizione 2016 di OPEN-progetti innovativi di audience engagement.

La “Settimana” avrà una prosecuzione il 25 giugno, con uno spettacolo itinerante serale del Teatro dell’Ortica, “L’ultima città”, nel quale i ricordi e memorie di chi abita a Staglieno saranno raccontati dall’architetto Carlo Barabino (Mauro Pirovano), che accompagnerà gli spettatori ad incontrare gli abitanti di questa singolare città con statue che si animeranno per raccontare vite esemplari e storie quotidiane di un tempo che chiede di non essere dimenticato. Pagine che si lasciano sfogliare generosamente e con gratitudine, per scoprire che le due città sono intimamente comunicanti e che Staglieno è anche e soprattutto “città dei vivi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here