Home Non Classificati

DA GENOVA: TANTI AUGURI KYOTO

0
CONDIVIDI

? entrato in vigore il Protocollo, firmato nel dicembre 1997, che rappresenta lo strumento attuativo della Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici, approvata a New York il 9 maggio 1992. La Convenzione ? la risposta pensata a livello internazionale per contrastare e ridurre al minimo gli effetti negativi dei cambiamenti climatici sul nostro pianeta.
Il Protocollo impegna i paesi industrializzati e quelli a economia in transizione a ridurre complessivamente del 5,2 per cento le principali emissioni di gas serra entro il 2010 e, pi? precisamente, nel periodo compreso tra il 2008 e il 2012.
L’Italia ha ratificato il Protocollo di Kyoto attraverso la legge di ratifica del 1 giugno 2002, n. 120, in cui viene illustrato il relativo Piano nazionale per la riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra. Per i paesi membri dell?Unione europea nel loro insieme la riduzione dovr? essere pari all?8 per cento.
Ecco i gas messi all?indice dal Protocollo di Kyoto: CO2: Anidride carbonica. ? il gas che esce soprattutto dai camini delle industrie, quelle di trasformazione e produzione energetica in testa, e dagli scappamenti delle auto. CH4: Metano. Le emissioni di questo gas provengono dal settore agricolo, soprattutto dalle deiezioni animali ma anche dalle discariche dei rifiuti. N2O: Protossido di azoto. Anche per questo gas sono responsabili l’agricoltura, il settore energetico e quello dei trasporti. PF: Perfluorocarburo. Questa sostanza ? un clorocarburo utilizzato per la refrigerazione. HFC: Idrofluorocarburo. Uno dei principali sostituti dei Cfc, i gas responsabili dell’assottigliamento dello strato di ozono, utilizzato per refrigerazione e condizionamento. SF6: Esafluoruro di zolfo. Un prodotto chimico usato in vari comparti industriali.?
A seguire il vademecum di Legambiente per il risparmio di energia sull’onda dello slogan: “Meno consumi, pi? energia pulita”.
Cambia 5 lampadine da 100W tradizionali con altrettante a risparmio energetico da 20W: risparmi in bolletta 58 euro, alleggerisci il pianeta di 175 Kg di CO2 (in un anno). Fai 2 cicli di lavatrice a settimana a 40^ invece che a 90^: risparmi in bolletta 42 euro, alleggerisci il pianeta di 125 Kg di CO2 (in un anno).
Rinuncia all’automobile una volta a settimana: risparmi 52 euro, alleggerisci il pianeta di 156 Kg di CO2 (in un anno, su una media di 10 km a volta).
Spegni la funzione stand-by del tuo televisore quando non ? in funzione: risparmi in bolletta 26 euro, alleggerisci il pianeta di 79 Kg di CO2 (in un anno).
Se hai lo scaldabagno elettrico, concentra l’accensione in un periodo di 8 ore, possibilmente notturne: risparmi in bolletta 712 euro, alleggerisci il pianeta di 2.135 Kg di CO2 (in un anno).
A Genova mobilitazione dei Verdi che, per voce della Morelli, hanno presentato una loro proposta di legge: “L?Italia ha firmato il protocollo di Kioto, ma gli atti concreti per attuarlo sono troppo pochi” esordisce il consigliere regionale. Fra i punti indicati: l?elaborazione di un programma annuale da parte della Giunta regionale per la riduzione delle emissioni dei gas serra; attivit? di comunicazione e informazione sul tema; sviluppo delle energie rinnovabili e il risparmio energetico; definizione del fabbisogno di energia da impianti eolici; revisione della pianificazione regionale in materia di trasporti, energia e agricoltura per adeguarla agli obiettivi del protocollo di Kyoto; diffusione dei contabilizzatori di calore negli impianti di riscaldamento di civile abitazione e degli impianti per la produzione di energia specie solare, termico e fotovoltaico negli edifici pubblici e privati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here