Home Cronaca Cronaca Genova

DA GENOVA 15 PULLMAN CGIL PER LA MANIFESTAZIONE DI SABATO 22 GIUGNO A ROMA

0
CONDIVIDI

sciopero_cgil_bandiereGENOVA. 17 GIU. Sono 15 i pullman Cgil che dalla provincia di Genova partiranno venerdì notte alla volta di Roma.

La destinazione è piazza San Giovanni dove si svolgerà la manifestazione unitaria dal titolo “Lavoro è democrazia” che CGIL CISL UIL hanno organizzato per chiedere lavoro. I motivi per partecipare sono moltissimi: le tante crisi che nella nostra provincia interessano migliaia di lavoratrici e lavoratori, i dati sempre più allarmanti sull’occupazione giovanile, sono tutti problemi ai quali si sono aggiunte le notizie di questi giorni sul Terzo Valico e che danno alla nostra città e al nostro territorio un motivo in più per essere presenti alla manifestazione alla quale, tra gli altri, parteciperanno anche i lavoratori edili coinvolti nella realizzazione di questa grande opera. La distrazione dei fondi già stanziati per la Liguria e ora destinati dal Governo ad altre opere sul territorio nazionale, rende incerto il futuro del Terzo Valico, con tutto quello che comporta in termini di lavoro e sviluppo per la nostra città e per la nostra regione.

Oltre a chiedere lavoro, con la manifestazione di sabato, le organizzazioni sindacali rivendicano innanzitutto misure adeguate per affrontare l’emergenza disoccupazione a partire dal finanziamento degli ammortizzatori in deroga (almeno per tutto il 2013) e l’effettiva salvaguardia degli esodati. E’ necessario provvedere all’immediata riduzione delle tasse per i lavoratori dipendenti, i pensionati e le imprese che faranno assunzioni nel prossimo biennio, e al rilancio di politiche anticicliche, prevedendo la possibilità per i Comuni, che hanno risorse, di fare investimenti e di avviare i cantieri già deliberati fuori dal Patto di Stabilità. É fondamentale, per sostenere la crescita, investire nella scuola pubblica, nell’università, nella ricerca pubblica e nell’innovazione e prorogare i contratti precari nella Pubblica Amministrazione e nella Scuola in scadenza.


Tra le ‘ricette’ indicate dai sindacati per far ripartire la crescita: la definizione di una politica industriale che sappia rilanciare le produzioni, valorizzando le imprese che investono in innovazione e ricerca e che salvaguardano l’occupazione e le competenze, individuare uno strumento di contrasto alla povertà e il finanziamento della non autosufficienza, correggere le iniquità della legge Fornero sulle pensioni. Infine, applicare la riforma dell’IMU esonerando solo i possessori di un’unica abitazione.

Per sostenere queste rivendicazioni CGIL, CISL e UIL saranno in piazza San Giovanni, sabato 22 giugno: la manifestazione sarà conclusa dagli interventi dei Segretari Generali delle tre Confederazioni Camusso, Bonanni e Angeletti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here