Home Cronaca Cronaca Genova

Da Forza Nuova: “Aiutiamo Sara, italiana con tre figli e lo sfratto”

0
CONDIVIDI
Da Forza Nuova: “Aiutiamo Sara, italiana con tre figli e lo sfratto”

GENOVA. 21 APR. Purtroppo, quella che stiamo per raccontarvi è una storia sempre più comune: una famiglia che non funziona più, una separazione, una nuova convivenza, i figli, la crisi che si abbatte sul lavoro e sulla nuova famiglia, il non riuscire a pagare l’affitto ed, infine, lo sfratto.

Ma Sara, non ci sta e cerca di non abbattersi e di tenere duro e saldi a sè i sue tre figli, Martina 13 anni, Simona di 10 e Gabriele di 22 mesi: sono la sua famiglia, tutto quello che le resta e per cui vale la pena di vivere e combattere.

Lei lavora il più possibile, fa le pulizie da diversi anni presso una famiglia ed è in regola, ma i soldi non bastano.


Il marito dalla quale si è separata, padre di Martina e Simona, non le passa un euro, il nuovo compagno, un artigiano edile con il quale ha ricreato la famiglia e papà di Gabriele, ha avuto una forte crisi sul lavoro e fa lavori saltuari.

E’ incorso proprio in quella crisi che si abbatte sulle famiglie e le fa degenerare, non è riuscito più a pagare l’affitto. Ne sono nati i primi contrasti ed ha deciso di non vivere più con loro.

Purtroppo ora lo sfratto è diventato esecutivo. Alla società proprietaria dell’immobile di via San Martino non importa che nella casa ci abiti una madre con tre figli di cui uno di 22 mesi, ha portato la causa in tribunale per la procedura di sfratto, nessuno si è presentato all’udienza e lo sfratto è diventato esecutivo: prossimo tentativo di accesso, senza scampo, l’8 maggio.

Sara, è disperata, si rivolge agli assistenti sociali che la incontreranno settimana prossima. Poi va da un patronato per mettersi in lista per le case popolari, ma si vedrà.

Entra poi, quasi per caso, in contatto con i ‘ragazzacci cattivi’ di Forza Nuova. Sono gli unici, per il momento, che le stanno dando una mano, l’aiutano anche economicamente, gli fanno la spesa, la seguono e ci contattano: “Per favore parlate di lei, è italiana, ed ha davvero bisogno di aiuto”.

La conosciamo, Sara, in quella che non si sa ancora quanto sarà la sua casa. Ci apre la porta e ci stringe la mano.

E’ una donna minuta, 37 anni, dolce, negli occhi non c’è disperazione, ma la rassegnazione delle cose che le stanno piombando addosso.

E’ lei che ci spiega tutta la situazione, le due figlie sono ancora fuori, devono rientrare da scuola, intorno a noi c’è il pargoletto biondo, Gabriele di 22 mesi.

Ci fa vedere delle carte, ma non sa di cosa si tratti: è il decreto ingiuntivo di sfratto con la cifra iniziale dovuta di circa 8.000 euro che è diventata di 15.000. Ma ci dice di non capirci nulla: “Eh ci vorrebbe un avvocato, ma non ho i soldi per pagarlo”.

“Non so più davvero cosa fare e dove andare – spiega Sara – se vado via di casa finisco in mezzo ad una strada. Ho il mio lavoro, ma guadagno davver poco, non ce la faccio a provvedere per tutti”.

“Gli unici che mi hanno concretamente aiutato – prosegue Sara – sono loro, questi ragazzi di Forza Nuova. Mi sorreggono psicologicamente, cercano di aiutarmi come possono, anche economicamente, mi fanno la spesa. Però ho paura, non vedo un futuro. Ho bisogno di una casa, di un posto dove andare a vivere con i miei figli”.

“Noi l’aiuteremo fino alla fine – spiegano da Forza Nuova – finché potremo. Lei è italiana ed il discorso è sempre lo stesso. In Italia vengono prima gli stranieri, anzi ce li andiamo prendere davanti alle coste libiche e ce li manteniamo, gli italiani vengono dimenticati. Ora è il momento di dimostrare il contrario, ora è il momento di aiutare Sara che è italiana!”.

Luca Bartesaghi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here