Da Bach a Faber sulle note del mandolino alla Biblioteca universitaria

0
CONDIVIDI
Musicisti del circolo “Il Risveglio”

GENOVA. 30 SET. Martedì 4 ottobre alle 17:45 nell’ex sala da ballo dell’ Hotel Colombia (Biblioteca Universitaria, via Balbi, 40, Genova), l’Orchestra di strumenti a pizzico dello storico Circolo Mandolinistico “Il Risveglio” si esibirà in un concerto per l’anniversario della fondazione nel 1923.

Sotto la direzione del maestro Eliano Calamaro verranno eseguite  musiche suggestive: dai grandi compositori del passato alle struggenti colonne sonore del cinema, fino alla Genova di  De Andrè. Introducono l’incontro la presentazione del progetto didattico e del libro “… doremizziamo” del M° Silvio Maggiolo. Iniziativa a cura di “Chiave di lettura”  www.chiavedilettura.it  Ingresso libero.

Programma di sala:

 

J. S. Bach: Aria, dalla suite N. 3

G.Verdi: Gran valzer, dal film “Il Gattopardo”

D. D. Shostakovich: Waltz No.2

E. Morricone: Nuovo cinema Paradiso

M. Maciocchi: Milena – czarda

S. Maggiolo: La Genova di Faber (Suite di musiche di F. De André)

La tradizione del mandolino e il Circolo “Il Risveglio”

Per scoprire gli antenati del mandolino bisogna risalire alla lira di Orfeo e al liuto. Associato spesso alla canzone popolare partenopea, questo strumento ha radici classiche: in epoca barocca fiorivano le partiture per gli strumenti a plettro e nell’Ottocento si annoverano scritti di compositori illustri come Vivaldi e Beethoven. Dal 1923 il Circolo Mandolinistico “Il Risveglio” mantiene viva la tradizione del mandolino, organizzando concerti e aggiornando la collezione di originali e di trascrizioni per orchestre a plettro dell’Archivio Musicale Arnaldo Tegoni, il più importante riferimento regionale per la letteratura mandolinistica e per orchestra a pizzico, noto a livello internazionale.

L’attività didattica del circolo ruota intorno alla sua scuola musicale, unica a Genova e tra le poche in Liguria a offrire l’insegnamento del mandolino.

Il suo repertorio va dalla produzione originale per orchestra, riconducibile al  periodo di massima diffusione popolare tra Ottocento e Novecento, alle trascrizioni di concerti, opere liriche, sinfonie fino alle canzoni napoletane, alla produzione regionale e folkloristica e agli autori contemporanei.  Diretta dal M° Eliano Calamaro, l’Orchestra è composta di 18 elementi.

Vicedirettore è il M° Silvio Maggiolo, autore del libro “Doremizziamo”, che nasce dall’evoluzione delle sue dispense per l’insegnamento della musica ai propri alunni.

Il libro del maestro Silvio Maggiolo si offre come un corso di musica “supplementare” per allievi volenterosi, non privo di divagazioni sulla storia e teoria della musica. È rivolto a chi desidera avvicinarsi alla musicalità con un percorso agile ma completo e si sviluppa in 23 tappe per tre capitoli: Elementi fondamentali di teoria e storia, Uso degli elementi: melodia e armonia, Analisi delle forme.

È arricchito da tavole, spartiti, esempi pratici e linee guida per l’interpretazione delle forme musicali.

LASCIA UN COMMENTO