Cucciolo di capriolo salvato in autostrada dalla stradale

0
CONDIVIDI
Un cucciolo di capriolo ferito trovato in autostrada è stato soccorso dalla Polizia Stradale che lo ha affidato temporaneamente ad una animalista
Un cucciolo di capriolo ferito trovato in autostrada è stato soccorso dalla Polizia Stradale che lo ha affidato temporaneamente ad una animalista
Un cucciolo di capriolo ferito trovato in autostrada è stato soccorso dalla Polizia Stradale che lo ha affidato temporaneamente ad una animalista

GENOVA. 4 SET. Un cucciolo di capriolo ferito trovato in autostrada è stato soccorso dalla Polizia Stradale che lo ha affidato temporaneamente ad una animalista per le prime cure.

E’ successo ieri sera verso le 20 quando lungo le curve della A7 che da Genova Bolzaneto si inerpicano verso Busalla una pattuglia della Polizia Stradale di Genova Sampierdarena ha trovato sgambettante ma ferito e spaventato, un piccolo di capriolo proveniente con tutta probabilità dai boschi dell’appennino ligure che lì circondano il nastro d’asfalto.

Prima che venisse investito da qualche automobilista in transito, eventualità assai pericolosa anche per l’automobilista stesso, gli agenti lo hanno recuperato facendolo salire a bordo della macchina di servizio per trasportarlo fino alla caserma di Sampierdarena.

 

Il problema era che a quell’ora nessun ente o autorità competente in materia poteva intervenire per il ricovero, e certo non era auspicabile al povero animale pascolare solitario nel cortile della caserma, perlopiù con una zampa ferita.

A quel punto ad uno degli agenti veniva in mente una sua conoscente, la signora Gobetti, convinta animalista e soprattutto proprietaria di un’ ampia tenuta sui Piani di Praglia: quello sarebbe stato il posto perfetto dove fargli passare la notte.

Ricevute le prime cure, su indicazioni telefoniche di un veterinario, il piccolo ormai tranquillizzato, ormai esausto, si addormentava nel loro abbraccio.

LASCIA UN COMMENTO