CRESCE IN LIGURIA, LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DI CARTA E CARTONE

0
CONDIVIDI

33001[1]GENOVA 12 SET. C’è un incremento quantitativo nella raccolta di carta e cartone registrato in Liguria nel 2014. Ben 91 mila tonnellate, rispetto alle 85 mila del 2013, si valuta una raccolta pro capite di 56 kg per abitante.

Queste indagini quantitative emergono dal rapporto annuale di Comieco, il Consorzio nazionale per il recupero e riciclo di imballaggi a base cellulosica. L’aumento riscontrato indica l’inizio di un orientamento positivo, perché la raccolta di carta e cartone – sostengono esperti di statistica – ha ampi margini di miglioramento.

La provincia di Genova registra una raccolta di 62 kg/abitante e quasi 55 mila tonnellate di carta e cartone recuperate. Restano ancora sotto la media nazionale le province di Savona con 51,6 kg/abitante, Imperia con 51 kg/abitante e La Spezia, con 46 kg/abitante. «La Liguria mostra di aver cambiato marcia – spiega Ignazio Capuano, presidente di Comieco – nella raccolta differenziata di imballaggi cellulosici, registrando il tasso di crescita più alto al Nord. Nel 2014 il Consorzio nazionale Comieco ha versato nelle casse dei Comuni in convenzione oltre 2 milioni di euro, che potranno essere rinvestiti in nuove attività a favore della collettività».

 

A livello nazionale, nel 2014, la raccolta di carta e cartone ha registrato un aumento del 4% per un totale di oltre 3,1 milioni di tonnellate cioè 120 mila tonnellate in più rispetto all’anno precedente e un pro capite che sfiora i 52 kg/abitante, ricordiamo che nel 2013 era di 48 kg/abitante. Analizzando l’intero Paese nel dettaglio, le variazioni sono tutte in positivo per le tre macro aree: +1,6% per il Nord, +4,7% per il Centro e il Sud con +10,6%.ABov.

LASCIA UN COMMENTO