Costretti dai genitori a mendicare, in aumento i minori sfruttati a Genova

0
CONDIVIDI
Sfrutamento dei minori: Il bimbo costretto da genitori e parenti nomadi a fare il lavavetri, anziché andare a scuola
Sfrutamento dei minori: Il bimbo costretto da genitori e parenti nomadi a fare il lavavetri, anziché andare a scuola
Sfrutamento dei minori: Il bimbo costretto da genitori e parenti nomadi a fare il lavavetri, anziché andare a scuola

GENOVA. 29 APR. La sezione di polizia giudiziaria della Municipale, nelle scorse settimane, dopo la denuncia del vice presidente del consiglio comunale Stefano Balleari, ha effettuato il monitoraggio dei minori costretti a mendicare o a fare i lavavetri per le vie della città. Sarebbero alcune decine di bimbi e di ragazzini, maschi e femmine, che anziché essere portati a scuola, sono lasciati per le strade a mendicare.

I numeri del triste fenomeno sono in aumento. Il Comune è intervenuto con gli assessori Elena Fiorini e Emanuela Fracassi, ma a Tursi è scoppiata la polemica.

“L’assessore Fiorini – ha spiegato oggi Balleari – anche questa volta si e’ dimenticata di dire che quest’indagine della polizia municipale e’ stata da me voluta e segnalata. Si e’ anche dimenticata di riferire che ho fornito io personalmente le foto agli investigatori. Si è ulteriormente dimenticata di avermi richiesto per iscritto a quali orari avrebbero potuto trovare il ragazzino in Carignano  (caro assessore va bene che per lui è come un lavoro, ma non timbra il cartellino !!!!).

 

Si è dimenticata di comunicare che il fermo del ragazzino e’ stato effettuato da una mia telefonata alla Polizia Giudiziaria (caro assessore ho dovuto agire io perché i suoi metodi non portavano risultati, ho preferito i miei: una telefonata ed azione).

Tra le tante dimenticanze però si è ben ricordata di prendersi i meriti di questa operazione. Questa è la giunta Doria. Una giunta a memoria selettiva. I genovesi invece hanno buona memoria”.

LASCIA UN COMMENTO