Home Politica Politica Genova

COSTITUITA L’AGENZIA REGIONALE PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE

1
CONDIVIDI
firma agenzia trasporto unica

firma agenzia trasporto unicaGENOVA. 8 AGO. E’ stata costituita in mattinata, presso la sede della Regione Liguria, l’Agenzia regionale per il trasporto pubblico locale alla presenza del notaio Lorenzo Anselmi.

L’Agenzia regionale è composta da Regione Liguria, Province liguri e Comuni capoluogo e ha il compito principale di compiere “le procedure competitive ad evidenza pubblica per l’affidamento del servizio di trasporto in tutto il bacino unico regionale con funzione di stazione appaltante gestendo anche gli atti conseguenti”.

Altri compiti dell’Agenzia sono il supporto alla Regione e agli Enti locali – soci nelle attività di programmazione, monitoraggio e controllo – sull’attuazione degli accordi di programma, lo sviluppo del sistema di controllo di gestione aziendale regionale sul Tpl, la gestione dell’Osservatorio Regionale dei Trasporti, la definizione di politiche uniformi per la promozione del sistema del trasporto pubblico locale, la realizzazione e la sperimentazione di soluzioni innovative nella gestione e analisi del Tpl in riferimento alle nuove tecnologie (bigliettazione elettronica, valutazione flussi di traffico e del servizio), l’analisi e la diffusione sul territorio regionale delle buone pratiche di gestione, la partecipazione a progetti europei in materia di Tpl e ulteriori attività che gli enti partecipanti stabilissero di esercitare insieme.


L’Agenzia può svolgere inoltre la funzione di centrale degli acquisti e degli investimenti necessari per il trasporto pubblico locale; le può essere affidata direttamente la gestione delle reti e delle dotazioni essenziali nonché la proprietà dei beni.

Inoltre, potrà compiere tutte le operazioni necessarie per il conseguimento degli scopi sociali realizzando operazioni immobiliari, mobiliari, commerciali, industriali, finanziarie.

L’iter per la sua costituzione si è concluso nei tempi previsti aggiungendo un ulteriore tassello al processo di riforma del trasporto pubblico locale, avviato dalla Regione, con l’approvazione di una apposita legge regionale che ha, tra l’altro, istituito il Bacino Unico Regionale dei Trasporti (Burt) per l’organizzazione e la gestione dei servizi di trasporto. Dopo numerosi incontri il 28 aprile scorso è stato sottoscritto dai soci fondatori (Regione, Province liguri e Comuni capoluogo) un verbale di accordo sul testo definitivo degli atti costitutivi dell’Agenzia.

Gli atti sono stati approvati a maggio conferendo a Filse S.p.A. il mandato di partecipare all’Agenzia in nome proprio e per conto della Regione Liguria, sottoscrivendo con risorse proprie la partecipazione al capitale sociale. Il Consiglio di Amministrazione è composto da un massimo di 5 membri e il Collegio sindacale da tre Sindaci effettivi e due Sindaci supplenti.

In considerazione della natura e della missione aziendale e sulla base delle risorse complessivamente gestite dalla Società, si ipotizza un capitale sociale iniziale non inferiore a 400.000 euro, prevedendo un aumento riservato per gli Enti locali che intendano aderire nelle fasi successive. Tale capitale potrà successivamente essere aumentato, come previsto dall’atto costitutivo, per permettere l’ingresso di altri Comuni liguri nella società; il limite massimo e criteri di accettazione da parte dei Soci sono da definire nello statuto e nei patti parasociali.

Ai fini della costituzione vanno previste le quote percentuali di ripartizione fra i soci che garantiscono, in base alla legge regionale 33 del 2013, la nascita dell’Agenzia (Regione Liguria, i quattro Comuni capoluogo e le Province). Si ipotizza un assetto equilibrato che tenga conto del ruolo di programmazione e finanziario svolto dal socio Regione e dei pesi specifici che gli enti locali hanno rispetto al servizio Tpl.

Inoltre, si ritiene opportuna una possibile partecipazione da parte della Regione pari al 40% per conseguire una maggioranza relativa.

Sulla base della partecipazione della Regione, per ripartire le quote relative ai quattro Comuni e alle Province si è analizzata la ripartizione dei chilometri di servizio del 2012. In base a quanto sopra la partecipazione tra i soci fondatori dell’Agenzia è così suddivisa: Regione 40%, altri soci 60%.

Comuni. Genova:        26,295, Savona 1,92%, Imperia 1,85%, La Spezia 2,83%.

Province. Genova       8,65%, Savona 7,04%, Imperia 4,98%, La Spezia 6,43%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here