Home Spettacolo Spettacolo Genova

Costa e Borgonovo della GOG presentano i nuovi progetti

0
CONDIVIDI
Costa e Borgonovo della GOG presentano i nuovi progetti

GENOVA. 12 SET. Ieri mattina nella sede GOG di Galleria Mazzini Nicola Costa e Pietro Borgonovo hanno voluto illustrare ai loro fedeli spettatori e alla stampa le nuove iniziative che la Giovine Orchestra Genovese propone per questa stagione 2017- 18.

Il cartellone dei concerti era già stato presentato prima dell’estate, ma senza dubbio fa bene ricordare e mettere a punto il continuo successo che l’Associazione incontra grazie alla vitalità che la tiene appunto”giovane” a tutti gli effetti.

“ Ci chiediamo sempre come reagisce il nostro pubblico per migliorarci – ha detto il presidente Nicola Costa – e tra qualche giorno inizierà la campagna manifesti che speriamo funzioni portando nuove presenze ai nostri concerti. Dal Comune abbiamo avuto condizioni favorevoli per l’affissione il che riporta i manifesti sui muri della nostra città dopo ben 25 anni. E’ partita bene la campagna abbonamenti – continua Costa – e la novità è che tutti gli abbonati avranno posto in platea, la galleria verrà aperta solo per concerti straordinari e di grande richiamo. Abbiamo dovuto aumentare la nostra attività per imanere al passo coi tempi  che ad oggi sembrano premiare più la quantità piuttosto che la qualità, ma in questo c’è anche un lato positivo e cioè quello di aver scoperto l’esistenza di un’area legata ai progetti che prende in esame le proposte che riguardano il lavorare in vari ambienti anche diversi dal teatro per diffondere maggiormente la musica. Questo ci è stato di sprone per proporre anche noi qualcosa di interessante”.


Ed ecco che il progetto intitolato “Suono Spazio inclusione” ha così trovato l’approvazione del Ministero della Cultura e quello della Compagnia San Paolo che ha sempre sostenuto GOG. Il progetto tende a proporre ad un pubblico variegato un’ipotesi di alfabetizzazione della musica  in cui il suono è l’elemento da porre al centro dell’ascolto della musica.

“Cerchiamo di dare più spazio ai giovani – continua Costa –inserendoli sempre più in programmi di prestigio. Con il Teatro di Camogli condividiamo la programmazione musicale e proprio lì, giovedì 19 ottobre vi sarà l’inaugurazione della stagione con un concerto di Bach. Ma un avvenimento importante è anche quello del 22 settembre alle 21 al Carlo Felice che vedrà protagonisti i virtuosi di Mosca diretti da Vladimir Spivakov”.

Intensa anche l’attività didattica della GOG con un ciclo di quattro concerti dal titolo “Antico e moderno” volti al pubblico dei giovanissimi che si svolgeranno alla galleria di Palazzo Spinola da giovedì 14 settembre fino a mercoledì 11 ottobre.

FRANCESCA CAMPONERO

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here