Home Sport Sport Genova

COPPA ITALIA: VARESE-ENTELLA 1-0, SCONFITTA SEVERA PER I CHIAVARESE

0
CONDIVIDI
I tifosi dell'Entella

tifosi_entella2VARESE 24 AGO. Questa è la nostra casa, questo è il calcio, questa è la serie B , recitava cosi lo spot che precedeva tutte le partite del campionato cadetto e questa sera sull’ erba dell’ Ossola di Varese l’ Entella lo ha capito purtroppo sulla sua pelle. Una lezione eccessiva quanto salutare se si saprà capitalizzarla a dovere. Un campanellino d’ allarme per confermare che come accaduto anche sabato scorso le partite durano 90 minuti e anche di più e fino al triplice fischio le distrazioni sono proibite perchè anche una sola in tutta la partita come accaduto stasera può costare cara. Questo per quanto riguarda le note negative perchè per tutto il resto la squadra di Luca Prina può essere moderatamente soddisfatta della prima prova contro un avversario di pari categoria. Il tecnico biellese recuperava Di Tacchio in versione uomo mascherato per affiancarlo alla sostanza di Troiano e alla fantasia di Costa Ferreira. Negli occhi dei giocatori la voglia di misurarsi con la nuova categoria che è venuta fuori subito appena iniziata la partita. Grande approccio grande determinazione e buone trame di gioco. Il tempo di ambientarsi ed ecco che al 24 l’ Entella potrebbe passare. Costa Ferreira serve Moreo che si trova solo davanti a Bastianoni il quale smanaccia la sua conclusione con la palla che giunge a Troiano il quale batte a rete sguarnita ma trova Simic sulla traiettoria. Passano 5 minuti e il gol sembra cosa fatta : ancora Costa Ferreira crossa da destra Mazzarani incorna da due passi e ancora Bastianoni respinge ma sulla testa di Troiano che incredibilmente ribadisce a lato. Del Varese nessuna notizia non fosse per qualche punizione di Zecchin sulle quali Pellizzoli in uscita non ha mai grossi problemi. Prima della fine del tempo la terza occasione clamorosa sciupata dall’ Entella. Mazzarani sempre da destra mette un bel pallone sul secondo palo dove con Bastianoni superato Moreo non trova l’ impatto sul pallone. Soddisfatti i circa 60 tifosi biancocelesti arrivati in lombardia. L’ Entella c’ è e meritava di chiudere il primo tempo in vantaggio. Nella ripresa dopo soli 4 minuti Corti mandava a quel paese Mazzoleni e rimediava un rosso potenzialmente pesante per i proprio compagni. L’ Entella continua a fare la partita le occasioni sono meno evidenti di quelle sciupate nel primo tempo anche perchè con il passare dei minuti le forze e di conseguenza il ritmo diminuiscono sensibilmente. Entra anche Sansovini che fa il suo esordio in biancoceleste. Anche per lui scalpitante da tempo la voglia è tanta e prima si fa vedere con un bell assist per Mazzarani quindi si libera alla sua maniera calcia da posizione difficile ma alza di poco la mira . Entra anche Malele per Moreo. Il primo tiro nello specchio il Varese lo scocca al 36 con Lupoli sul quale Pellizzoli si distende  e para. Ancora il tempo di una combinazione in area tra Malele e Costa Ferreira quindi si attendono soltanto i tempi supplementari, ma proprio come sabato scorso all ultimo giro di orologio giunge la beffa . Neto Pereira spizzica all’ indietro per Lupoli che si aiuta vistosamente su Michi Russo vanno a terra entrambi si attende un fischio dell’ arbitro la palla giunge al capitano varesino che calcia di potenza e batte Pellizzoli. Inutili le proteste dei biancocelesti Mazzoleni punta il centrocampo e la partita dopo 3 minuti di recupero termina con una beffa atroce nel risultato ma anche con la consapevolezza che la squadra sta crescendo. Sicuramente qualcosa da limare c è sicuramente la condizione va perfezionata e non potrebbe essere altrimenti a questo punto della stagione, ma come detto sono tante anche le indicazioni positive su tutte quelle di una squadra di grande carattere e determinazione che conosce perfettamente le difficoltà di un torneo difficile come quello cadetto ma che approccia le partite nel modo migliore potendo contare sulla classe sempre più evidente del “pupetto” a dirigere un mix di potenza e fantasia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here