Home Sport Sport Genova

COPPA ITALIA LEGA PRO: ENTELLA-VICENZA 0-0, PAREGGIO SCIALBO PER LA VIRTUS

0
CONDIVIDI

entella_calcioGENOVA 11 NOV. Una buona prestazione di squadra alla quale è però mancata la finalizzazione che avrebbe permesso all’ Entella di incamerare 3 punti ed ipotecare, Monza permettendo, il passaggio del turno in Coppa Italia.

Finisce qujindi a reti inviolate il primo turno di un girone dalla formula particolare che per l appunto rischia di venire deciso già dalla prima partita. Mercoledi 27 infatti l’ Entella sarà di scena a Monza e in caso di vittoria escluderebbe praticamente i brianzoli che nel turno successivo a Vicenza sarebbero giustamente demotivati. Ma al di la delle ipotesi peraltro tutte ancora da verificare nei fatti, la partita di ieri ha visto un Entella con qualche piccola variazione nella formazione, giocare con il solito piglio casalingo costruendo molto ma, contrariamente al solito, realizzando poco o nulla. Prina inizia inserendo alcuni tra i giocatori che hanno il minutaggio più basso in campionato quindi  Vittiglio a destra, Ballardini a sinistra e Argeri a centrocampo. Non sarà un caso che gli stessi risultino alla fine tra i migliori in campo fornendo ancora una volta al tecnico la conferma di avere un gruppo omogeneo :- stiamo lavorando per portare tutti allo stesso standard – conferma Prina a fine partita – e le risposte dei ragazzi sono sempre positive sia sotto il profilo dell’ impegno che del profitto. Ricordiamoci che per Vittiglio e Argeri parliamo di 94 quindi ragazzi nemmeno ventenni che affrontano come accaduto oggi giocatori dai trascorsi di altissimo livello. Ballardini poi è un destro impiegato a sinistra un ruolo ritagliato e interpretato da lui con grande abnegazione.   L’ inizio dei biancocelesti è buono, Vittiglio lasciata negli spogliatoi un po di “timidezza” mette in mostra le sue qualità disputando sicuramente la sua miglior partita in biancoceleste, a conferma che il lavoro specifico fatto da tutto lo staff  su di lui e non solo produce i risultati sperati nell’ ottica di far crescere e migliorare questi ragazzi. Anche Argeri si conferma dopo l’ ottimo spezzone di domenica scorsa risultando uno dei più pericolosi nei suoi inserimenti sulla destra. Prina fa rifiatare Cesar, Staiti, Di Tacchio e Rosso, quest’ ultimo ancora alle prese con il problema al tallone cosi Padella fa coppia con Russo e davanti tocca a Marchi e Magnaghi. Anche dall’ attaccante “crestato” arrivano forti segnali di miglioramento quando soprattutto nella parte iniziale della partita si rendeva pericoloso con un paio di iniziative sia personali che corali. Nel corso del primo tempo l’ Entella forse lavora meglio ma conclude poco nella ripresa invece quando anche il Vicenza si fa finalmente vedere dalle parte del sempre attento Zanotti (prima conclusione nello specchio al 13 della ripresa), i chiavaresi creano le due occasioni più importanti con il palo colpito da Sarno direttamente su punizione e con l’ incredibile palla gol sciupata da Troiano bravo ad arrivare su una ribattuta di Alfonso su conclusione ancora di Sarno ma la deviazione dell’ ex Sassuolo colpisce incredibilmente il palo ed esce. Poco importa se ai punti l’ Entella avrebbe strameritato di vincere questa partita, di punti ne arriva soltanto uno e servirà una larga vittoria a Monza per sperare di continuare il percorso di Coppa. Ha ragione mister Prina quando chiede maggior cattiveria : siamo stati ordinati e bravi nel costruire ma nel passaggio finale e nella finalizzazione serve più cattiveria più determinazione. Siamo consapevoli che ci troviamo a lottare per grandi obiettivi e contro grandi squadre formate da grandi giocatori, tutto deve essere adeguato a ciò anche la maggior determinazione negli episodi chiave delle partite.  D’ altro canto non si deve nemmeno perdere di vista il valore dell’ avversario affrontato, le presenze in serie A e  B dei giocatori in lista del Vicenza sono il triplo rispetto a quelli dell’ Entella. Proprio quest’ ultima dichiarazione è stata quasi ribaltata  un po a sorpresa di Mister Lopez che sempre in sala stampa ha affermato tra lo stupore generale come l’ Entella sia più attrezzata rispetto al suo Vicenza. Statistiche a parte si deve guardare nuovamente al campionato che vedrà i biancocelesti in campo cosi come tutte le altre Sabato nella trasferta di Reggio Emilia che lo scorso anno rappresento’ il punto più basso della stagione chiavarese. Lunedi la squadra torna in campo per preparare al meglio una trasferta insidiosa contro una squadra che sul suo campo ha conquistato soltanto una vittoria e tre sconfitte pur contro Cremonese, Pro Vercelli e Albinoleffe.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here